Skin ADV

Il punto di Grifotube: dove inciampa Bisoli, dove eccede la critica

 E' un campionato da giudicare sempre con la massima attenzione quello del Perugia, che dopo tre vittorie consecutive attacca due sconfitte contro Novara e Bari.

Due  sconfitte che smorzano i recenti entusiasmi e fanno tornare tutti con piedi ben piantati a terra. Ma sia contro il Novara che domenica al San Nicola il grifo è stato pesantemente condizionato dalle assenze, il vero problema di Bisoli.

E' evidente che i tifosi del Grifo si sarebbero aspettati qualcosa di più dalla classifica, ma facendo uno sforzo di comprensione si può onestamente ammettere che con tutti questi infortuni sarebbe stato difficile fare meglio.
Anzi forse senza le "scoperte" Drole e Zebli la situazione sarebbe potuta essere peggiore: immaginate se Zebli non avesse dimostrato di che pasta è fatto quanti problemi avrebbe avuto il tecnico a riproporre il centrocampo a tre, con conseguenze pesanti anche per l'attacco, un reparto su cui oramai è chiaro pesi qualche scelta di mercato non centrata.

Detto questo bisogna avere tanta pazienza, magari con l'aiuto di Bisoli a cui una parte della tifoseria, a ragione, rimprovera piu quelle dichiarazioni volte a trovare sempre un alibi che il gioco o i risultati;  per esempio quelle di domenica sul contrasto Drole -Guarna dove è apparso evidente il fallo  sul portiere, oppure quelle del dopo partita di Ascoli


Bisoli cosi vuole tutelare il suo gruppo: per farlo però sarebbe sufficiente  dire che la squadra ha dato tutto e perso con un tiro dalla distanza su un campo come quello barese e contro una squadra costruita per salire in Serie A ma che nei 90 minuti non ha dimostrato di essere superiore al Grifo.
 

Altro aspetto su cui vogliamo tornare, ossia il progetto tecnico. La società in estate ha fatto tre anni di contratto a quattro giocatori su cui si basa il Perugia di oggi e domani: Rosati, Del Prete, Volta e Alhassan. Tre di questi quattro giocatori sono i protagonisti di questo gruppo e a loro si sono aggiunti Zebli, Rizzo e Della Rocca. Con l'auspicabile rientro di Guberti e Fabinho ci saranno probabilmente altri due tasselli in piu per affrontare la seconda parte di stagione, fermo restando che stiamo parlando di un progetto che ha dei tempi stabiliti durante i quali la società potrà intervenire per sostituire e migliorare.


Intanto le dichiarazioni di Goretti lunedì a Umbria Tv (Bisoli mi ha stupito con il modulo di Avellino" e ancora "Perugia ha una storia calcistica da 4-3-3 con un calcio offensivo") accompagnate da un atteggiamento della squadra che è apparso più spregiudicato,  lasciano  pensare a scelte in chiave tattica discusse e che il tempo dirà se condivise. 
 

Onestà intellettuale dunque nel giudicare questa stagione. Chi ci segue sa di cosa parliamo.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545