Skin ADV

Conferenza Santopadre: SEGUI LIVE

Tra pochi istanti la conferenza stampa del presidente del Perugia Massimiliano Santopadre, ecco le dichiarazioni in tempo reale; presenti anche Stefano Cruciani, Mauro Lucarini e Giovanni Guerri (amm.delegato, direttore generale è resp. settore giovanile) i quali hanno voluto essere presenti in qualità di rappresentanti dirigenziali della società. 

Cruciani, Lucarini e Guerri hanno ribadito il fatto di come il 2015 sia stato un anno positivo, in tutti i settori di loro competenza.

"Avevamo piacere dare gli auguri a tutti i tifosi e le persone che si seguono: il 2015 è stato positivo, ci possiamo ritenere soddisfatti. Stiamo sul pezzo e vogliamo cavalcare l'ond, sperando di riuscire a migliorarci. In questo momento stiamo sulla strada giusta, siamo in linea con gli obiettivi speriamo di raggiungerli".

Marilungo ci interessa, ma niente è stato fatto: se si farà ci vuole ancora altro tempo e può essere che questo tempo non sarà sufficiente: bisogna vedere cosa il ragazzo si aspetta da noi; il mio obiettivo è quello di mantenere l'equilibrio dello spogliatoio. Ripeto: bisogna vedere cosa i giocatori si aspettano da noi.

Il momento del derby è stato il più bello: l'entusiasmo dei nostri tifosi alimentano il mio.

Lanzafame ha parlato con me palesando la voglia di cambiare aria: non tengo nessuno con le manette, cercherò di accontentarlo ma allo stesso tempo devo tutelare gli interessi della società . Se qualcuno è interessato dovrà parlare anche con noi sperando di trovare un accordo. Umanamente sono rimasto un po' deluso da lui, da calciatore mi sono messo nei suoi panni e provo a capirlo. Lui ama essere al centro dell'attenzione e da noi avuto il suo spazio, anche quest'anno. Ci siamo stretti la mano con l'idea di accontentarlo, anche se lui sa che tutelerò gli interessi della società.

Ardemagni e Di Carmine non si muovono, sono tra gli attaccanti più forti della serie B: per me sono incedibili così come Spinazzola.

I nostri gioiellini non si muovono: quello che leggete sui media non ci interessa, se ci saranno sviluppi ne parleremo. Ma fino a giugno non si muove niente, perché il nostro obiettivo è migliorare i nostri risultati. Le cessioni sono un' opportunità, ma non a stagione in corso.

Il nostro mercato è teso a migliorare la squadra tutelando l'equilibrio del nostro spogliatoio, perche a volte per migliorare si rischia di causare effetti negativi. Arrivi comunque ce né saranno sicuramente.

Io stimo tantissimo Bisoli, è una parsona semplice, umile, un grande lavoratore: ha le sue idee calcistiche, io le mie, Goretti e Pizzimenti le loro. Ci confrontiamo sempre in maniera costruttiva per il bene della società. Ho discusso già 4-5 volte con Bisoli, anche quando dopo Ascoli disse delle cose che non condividevo. Bisoli però  è una bravissima persona. In lui rivedo me perché  non lascia niente di intentato e spero di stare insieme a lui a lungo.

Ho parlato con Filipe, mi ha chiesto la cortesia di trovare una soluzione dopo che ha visto che da noi non c'e spazio. Ad inizio stagione aveva decisivo di giocarsi il posto.

Il rinvio? Quando scendevo le scale della tribuna ero arrabbiato, però dal campo la porta non si vedeva. La cosa che ci ha dato fastidio è la resistenza a priori del Vicenza. In ogni caso penso sia stata la decisione migliore.

Sul museo del Grifo  abbiamo avuto un po di rallentamenti per via di alcune questioni burocratiche: ma l'assessore Prisco mi ha garantito le ultime firme: tra quindici giorni gli uffici amministrativi si trasferiranno, entro Marzo al massimo per fine stagione avremo anche il Museo, una cosa tanto desiderata da tutti.

Questa struttura sara il biglietto da visita della società: il nostro obiettivo è ristrutturare la società a 360 gradi. Far lavorare meglio i nostri dipendenti e' importantissimo come tutto il resto. Sto facendo dei lavori su un area  di proprietà pubblica: sarà il mio regalo quandoun giorno deciderò di lasciare.  

Sapete tutti la situazione di Guberti: il ragazzo è stato assolto perché il fatto non sussiste. Credo meriti di tornare a giocare, ma ho molta fiducia nella federazione e nel presidente Abodi. Sapranno scegliere per il meglio e penso che Guberti meriti quello che tutti si aspettano.

L'esplosione dei nostri giovani è il frutto del lavoro dei nostri dipendenti.

La primavera sta andando benissimo, nonostante abbiamo tolto al mister 5 giocatori che sono finiti in prima squadra. Mister Recchi e la rosa attuale meritano il mio applauso.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545