Skin ADV

Mercato: Arde ritrova il sorriso grazie ai tifosi, sua partenza...(FOTO)

 Martedi era uscito dal campo di allenamento scuro in volto perché il colloquio tra l'agente Stefano Lombardi e il DS del Grifo Roberto Goretti non era stato positivo, con il dirigente del Perugia che avrebbe comunicato a Lombardi come l'attaccante non rientrasse nei piani di Bisoli.

Oggi pero a Matteo Ardemagni è tornato il sorriso, grazie alla visita di Marco Moscatelli, il tifoso della Curva Nord finito su "Striscia lo striscione" di Cristiano Militello per il tete-a-tete immortalato da Sky dopo la rete realizzata al Livorno il dicembre scorso (Ardemagni si era arrampicato sulla rete proprio come il tifoso).

La sua partenza però non è scontata come sembra: un po' per le offerte che scarseggiano (fino adesso solo sondaggi declinati dallo stesso attaccante) un po'  perché il mercato del Perugia sembra ancora tutto da scrivere, almeno per quel che riguarda l'attacco; ma anche perché Ardemagni, amatissimo da tanti tifosi per il suo attaccamento alla maglia, non ha molta voglia di lasciare il Grifo e cova una clamorosa rivincita per smentire le critiche e lo scetticismo degli ultimi tempi.

Inoltre il presidente Santopadre è legato da un debito di riconoscenza ad Ardemagni, che al contrario di tutti gli altri big della scorsa stagione ha fatto carte false pur di tornare al Grifo.

C'e di più: Ardemagni, a dispetto delle considerazioni fatte finora, non ha un modo di giocare identico a Rolando Bianchi e i due non sarebbero del tutto incompatibili: Ardemagni preferisce  stazionare negli ultimi sedici metri e non è un attaccante di manovra.

Bianchi invece,  pur essendo ottimo stoccatore, ama muoversi su tutto il fronte d'attacco e per caratteristiche di avvicina più al gioco di Di Carmine (anche se quest ultimo ragiona più da seconda punta e dentro l'area non ha il fiuto del gol dei due colleghi).

Di Carmine inoltre è di proprieta del Perugia e la sua discreta stagione ha mosso gli interessi di qualche club. Se arriverà l'offerta giusta potrebbe essere proprio Di Carmine a partire, con il Perugia che a quel punto proverebbe a prendere un altro attaccante, tornando magari su Guido Marilungo la cui trattativa è in stand by.

Ardemagni quindi potrebbe rimanere nella batteria delle punte e con Rolando Bianchi vicino il suo rendimento potrebbe tornare a livelli ottimali (grazie anche al nuovo modulo 3-5-2  provato da Bisoli questa settimana con due attaccanti)

Il problema più grande è semmai ricomporre la frizione con il tecnico di Porretta Terme, che anche oggi l'ha schierato nella squadra delle riserve. 

Per capirne di più però bisognera aspettare ancora e tutto si deciderà tra domenica e lunedì. Se Ardemagni, che sarà comunque convocato per Crotone, capirà che a Perugia potrà giocarsela alla pari rimarrà in biancorosso:  altrimenti non ci sarebbè altra strada che aprire alla cessione e trovare una sistemazione che l'entourage del bomber non faticherebbe a individuare.

Nella foto Marco Moscatelli con Ardemagni ripetono  il gesto del l'esultanza dopo ilgol in Perugia-Livorno. Il tifoso ha voluto così dimostrare la sua vicinanza all'attaccante in questo momento delicato, facendogli visita insieme ai nipoti Anastasia ed Andrea, che dallo zio hanno ereditato la grande passione per il Perugia. Ardemagni ha ricambiato il gesto regalando una sua maglia.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545