Skin ADV

Rolando Bianchi: "Il Perugia è la mia sfida, ora andiamoci a prendere i playoff"

Lo sfortunato esordio al Curi contro il Pescara gli è servito per prendere le misure, ma già a Crotone il bomber Rolando Bianchi è riuscito a lasciare il segno festeggiando il suo primo gol in biancorosso nell'impresa compiuta dal Perugia allo Scida: "Questo successo è merito della squadra, perché quando si creano così tante occasioni un attaccante segna e si diverte - ha detto Bianchi ai microfoni di Umbria Tv -.

Ho scelto Perugia perché quando ho visto i nomi della rosa ho capito che andrà ai playoff, dove sarà una mina vagante per tutti, grazie anche alla grinta di Bisoli che è un tecnico che non molla mai di un centimetro. Il modulo? Dipende chi li interpreta: Del Prete mette in area palloni come ho visto a fare pochi altri e Di Carmine ad esempio oggi ha fatto una gara pazzesca. Cosa ho provato dopo il gol? È stata una liberazione dopo la traversa che avevo colpito prima a un metro dalla porta. Poi ho visto entrare la palla e mi sono detto: il mio campionato inizia ora".

Bianchi parla poi delle sue esperienze passate, in cui si è quasi sempre legato alle piazze in cui ha militato: "Al Torino ho lasciato il cuore e a Reggio Calabria mi hanno dato la cittadinanza onoraria dopo la salvezza ottenuta con un -15 sul groppone e una squadra di giovani. Anche a Mallorca stavo bene e il posto era meraviglioso ed ero amato dei tifosi, poi c'è stato un cambio di presidenza e sono cambiati i programmi. Io sono un professionista serio ma per me il calcio è una passione e mi fa stare bene e voglio giocare anche al di là del portafoglio. Nei momenti di difficoltà io amo le sfide e ho colto al volo quella che mi è stata offerta dal Perugia, che sono certo di qui a giugno può fare qualcosa di davvero importante".

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545