Skin ADV

Bisoli: "Questo è un nuovo Grifo. Battiamo lo Spezia per i nostri tifosi"

Dopo il lungo silenzio stampa coinciso con il mercato di gennaio, alla vigilia della sfida contro lo Spezia al Curi (domani ore 15) è tornato a parlare Pierpaolo Bisoli: "Saranno out Monaco, Parigini, Drolè e Fabinho - ha spiegato il tecnico del Perugia -. Spinazzola ha preso un duro colpo nell'amichevole di mercoledì ma dovrebbe essere del match. Siamo in 21 e per la prima volta dovrò lasciare qualcuno fuori ma il campionato è ancora lungo e ci sarà bisogno di tutti. Avere una rosa più ampia ci permette di allenarci molto meglio, cresce la concorrenza e questo eviterà piccoli quei piccoli cali di concentrazione in cui siamo incappati alcune volte".

Bisoli promuove poi il mercato di gennaio: "La società mi ha messo a disposizione 5 elementi nuovi, due dei quali già affermati come Bianchi, per cui parla il curriculum e Molina che ho saputo era inseguito da tempo dal Grifo. Finalmente poi torna Guberti, che viene da un lungo periodo di stop. Tutti lo aspettiamo ma va lasciato tranquillo, perché sarà un calciatore importante per noi perché in rosa pochi altri hanno le sue qualità e le sue caratteristiche. Lui ha i 90' comunque perché si allena con noi dall'estate e conosce bene i suoi compagni, mentre Aguirre è appena arrivato e potrebbe essere magari più utile nella ripresa quando inevitabilmente ci saranno più spazi. Ormai il 3-5-2 non lo fa più nessuno perché con le due punte si diventa piatti e di facile lettura per le difese. Vicino al centravanti serve un uomo di raccordo, come lo è stato Di Carmine a Crotone, e con caratteristiche diverse possono farlo sia Guberti che Aguirre".

Poi il discorso scivola su qualche singolo: "Ardemagni? Nessuno lo aveva mai messo sul mercato e lui deve continuare a pensare alla squadra e a lavorare bene come sta facendo. Qui nessuno ha il posto assicurato e se ora gioca Bianchi non è detto che presto non toccherà a lui. A tal proposito faccio l'esempio di Mancini, fuori per tutta l'andata e titolare di recente con Vicenza e a Crotone con cui ha sfoderato due grandi prestazioni".Poi si passa allo Spezia: "Dopo tre sconfitte, due dei quali immeritate e una pesante contro il Pescara, c'è stata una reazione a Crotone dove però abbiamo speso tante energie fisiche e nervose e dubque cambierò qualcosa facendo magari esordire qualcuno dei nuovi.

Ora finalmente abbiamo possibilità di scelta, anche perché finora gli infortuni ci hanno tartassato. Se fossero stati tutti muscolari e magari dovuti al ritiro di Milano Marittina, come è stato scritto da qualche parte, mi sarei interrogato e messo in discussione con il mio staff e invece noi di infortuni muscolari ne abbiamo avuti solo 7, il numero più basso tra A e B. È vero che i miei allenamenti sono duri ma finora è stata la dea bendata a voltarci le spalle in questo senso. Ora ho gente con caratteristiche diverse e dovrò essere bravo io a non sbagliare. Un pensiero a Comotto, professionista unico che proprio per questo è arrivato a giocare fino a 38 anni. La sua autoesclusione dalla rosa è un gesto da vero capitano, ma continuerà a lavorare con noi e lo tratterò sempre da calciatore e anche ieri quando ha sbagliato mi sono arrabbiato. Sono orgoglioso di averlo allenato due anni in passato e ora qui a Perugia, spero di avergli dato qualcosa e sono certo che la società gli darà un ruolo da dirigente e saprà sfruttare la sua grande esperienza". 

Si parla poi dello Spezia: "È uno scontro diretto (a ridosso della zona playoff, ndr) e come tale è una sfida da non perdere anche se noi faremo di tutto per vincerla. Quella ligure era già una delle squadre più forti come organico e già in estate e anche in questo mercato di gennaio si è rafforzata molto. Non dovremo giocare ai loro ritmi per evitare di subire la loro grande tecnica. Sarà una partita difficile, in cui saranno decisive le giocate dei singoli ma faremo di tutto per regalare una gioia ai nostri tifosi, che anche dopo lo 0-4 col Pescara ci hanno confortato e poi seguito a Crotone e negli ultimi allenamenti a porte aperte".

 

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545