Skin ADV

Perugia-Cesena 0-0: un Grifo da applausi fermato solo dai legni

Finisce 0-0 Perugia-Cesena al Curi, gara valida per la quinta giornata di Serie B. Un Grifo da applausi schiaccia i romagnoli (che chiudono in nove) nella propria metà campo per tutta la partita ed è fermato solo dai legni colpiti da Belmonte, Rizzo e Ardemagni.

IL PRIMO TEMPO - Senza Fabinho, Salifu, Rossi e Taddei, e con Alhassan e Filipe in panchina solo per fare numero, Bisoli (applaudito dai suoi ex tifosi) manda il Grifo in campo come da previsioni con il 4-3-2-1, ma a sorpresa sceglie Drolé al posto di Parigini nella batteria dei trequartisti. Drago schiera invece i romagnoli con il 4-3-3 d'ordinanza. In avvio il Perugi è subito molto aggressivo e schiaccia il Cesena nella sua metà campo.

Al 10' bella incursione di Drolè sulla sinistra: l'ivoriano si incunea tra Perico e Caldara e appoggia a Lanzafame, il cui destro viene però murato dalla retroguardia bianconera. Al quarto d'ora ammoniti Lanzafame e Ciano, che disucotono dopo un fallo del cesenate sul biancorosso. Un minuto dopo ancora Lanzafame conquista un prezioso calcio di punizione dal limite, ma il sinistro a giro di Della Rocca sfiora l'incorocio dei pali.

Drolè intanto fa impazzire il Cesena sulla corsia mancina e al 18' costringe Kone al fallo da ammonizione. Il Grifo è padrone del campo e i romagnoli, che non riescono mai ad affacciarsi dalle parti di Rosati, collezionano cartellini gialli (altri due per Kone e Valzania).

Al 28' grande idea di Lanzafame, che cerca un passaggio filtrante in area per Spinazzola, anticipato di un soffio dal portiere ospite Gomis. Per vedere il primo tiro in porta del Cesena bisogna aspettare il 30', quando Ragusa rientra sul destro eludendo la marcatura di Del Prete ma da dentro l'area calcia altissimo. Al 40' gol annullato al Grifo: dopo una bella percussione centrale Lanzafame serve Drolè che perde il tempo per il tiro e viene anticipato da Renzetti, la palla finisce a Del Prete che crossa in mezzo dove Ardemagni va giù ma Spinazzola arriva sul pallone e insacca; per l'arbitro c'è il fallo di Ardemagni e fischia un fallo per il Cesena, con Bisoli che protesta imbufalito e viene espulso. La gara si incattivisce e Del Prete e Della Rocca vengono ammoniti entrambi per fallo su Ragusa. Si va al riposo sullo 0-0.

LA RIPRESA - Al rientro degli spogliatoi i Grifoni fanno gesti verso la Nord per invocarne il sostegno. Nel Cesena primo cambio: dentro Capelli al posto dell'altro difensore Lucchini. Pronti-via e Rizzo infiamma subito il Curi, saltando due avversari e provando il tiro, salvato però da Gomis in uscita bassa. Il Cesena risponde subito in contropiede ma capitan Comotto è provvidenziale in tackle su Rosseti lanciato a rete. Il Perugia gioca con ardore e mette pressione ai romagnoli, schiacciati in area.

Al 12' Drolè si incunea in area superandone tre ma poi fa fallo sul portiere. Drago richiama in panchina Valzania (12') inserendo Sensi e Tardioli, vice di Bisoli, risponde gettando nella mischia Parigini (14') al posto di un poco ispirato Spinazzola.

Al 17' Cesena in dieci: Ciano stende Drolè e l'arbitro interrompe l'azione con Parigini lanciato in contropiede per estrarre il secondo giallo nei confronti dell'attaccante bianconero. Dalla panchina del Grifo piovono proteste e ne fa le spese il team manager Simone Rubeca, allontanato per proteste. Si gioca a una sola porta e al 21' è solo il palo a fermare Belmonte, che di testa su azione da corner colpisce il legno alla sinistra di Gomis.

La spinta del Perugia non si esaurisce e Tardioli al 27' inserisce anche il recuperato Alhassan al posto di un ottyimo Comotto, che lascia al fascia da capitano a Lanzafame prima di raccogliere l'ovazione del Curi per una gara giocata da vero leader. Nel frattempo tra le fila dei cesenati arriva il giallo anche per Cascione e per Caldara. Al 30' punizione calciata alta da Belmonte. Drago con l'uomo in meno si copre e manda in campo il difensore Kessie per l'attaccante Ragusa.

La porta bianconera però sembra stregata e al 33' è Rizzo a colpire il palo alla destra di Gomis con un bolide di destro dai trenta metri, con Ardemagni fermato per fuorigioco al momento di colpire in tap-in. Al 36' dentro Di Carmine al posto di Lanzafame, tra i migliori in campo e appena riprende il gioco il Cesena resta in nove: rosso a Cascione per un fallaccio su Belmonte che gli costa il secondo giallo.

Al 90' terzo legno del Perugia, con Ardemagni che colpisce la traversa con un colpo di testa, poi i Carmine tira sulla respinta ma è murato dalla difesa bianconera. L'ultimo brivido è un'incursione di Alhassan che chiede invano un rigore. Finisce a reti bianche con un Perugia da applausi fermato solo dalla sfortuna e osannato dal Curi dopo il triplice fischio finale.

Perugia-Cesena 0-0

PERUGIA (4-3-2-1): Rosati; Del Prete, Volta, Belmonte, Comotto; (27' st Alhassan) Rizzo, Della Rocca; Spinazzola (14' st Parigini), Lanzafame (36' st Di Carmine), Drolè; Ardemagni. A disp.: Zima, Mancini, Zebli, Filipe, Zapata, Boscolo Zemelo. All. Bisoli

CESENA (4-3-3): Gomis; Perico, Caldara, Lucchini (1' st Capelli), Renzetti; Valzania (13' st Sensi), Cascione, Kone; Ciano, Rosseti, Ragusa (32' st Kessie). A disp.: Menegatti, De Col, Mazzotta, Molina, Garritano, Succi. All. Drago

ARBITRO: Abisso di Palermo

NOTE: Spettatori: 10.000 circa (500 circa nel settore ospiti). Espulsi: al 40' pt il tecnico Bisoli (P), al 17' st Ciano (C) per doppia ammonizione e il team manager Rubeca (P) per proteste, al 36' st Cascione (C) per doppia ammonizione. Ammoniti: Lanzafame, Del Prete, Della Rocca (P); Ciano, Kone, Valzania, Cascione, Caldara (C). Calci d'angolo: 7-1. Recupero: 1' pt, 4' st.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545