Skin ADV

Belmonte a Umbria Tv: "Grifo, tutto è possibile con fame e umiltà. Nel mio futuro c'è..."

A tu per tu con Nicola Belmonte, ospite questa sera del programma "Fuori Campo" su Umbria Tv dove ha parlato del Perugia ma ha anche raccontato un po' di se stesso. Il difensore non poteva che iniziare dal derby vito sabato al Curi contro la Ternana: “Una partita non bella, come del resto quella dell’andata, ma questo tipo di sfide sono così e noi siamo stati bravi a sfruttare l’occasione e a vincerlo. Io ho giocato anche Bari-Lecce e questo è molto simile per quanto calore suscita. Purtroppo quest’anno abbiamo avuto troppi alti e bassi, ma chi sa che come all’andata non sia proprio il successo nel derby a lanciarci verso la risalita. Stiamo ritrovando la quadratura del cerchio, anche se ci mancano ancora diversi giocatori come Parigini, Drolè o Fabinho. Ora poi c’è anche Monaco che è un ragazzo e un difensore promettente: assomiglia più a volta che a me, se manterrà la fame che gli ho visto in queste settimane arriverà lontano. La cosa più importante è metterci la stessa fame e la stessa voglia visti con il Latina e la Ternana”.

Poi si parla della trasferta di lunedì prossimo a Cagliari, dove potrebbe scalare a destra al posto di Del Prete che è in forte dubbio: “Ovviamente non ho le caratteristiche di Lorenzo ma sono a disposizione del tecnico per ricoprire un ruolo che ho fatto anche a Bari e a Catania dove mi alternavo proprio con lui, anche se penso di rendere meglio come centrale. Quale modulo preferisco? Mi piace giocare centrale, nella difesa a tre in particolare perché riesco ad essere aggressivo sull’uomo ma anche a quattro mi trovo bene. E poi il 4-3-3 mi sembra quello più adatto alla rosa che abbiamo, soprattutto se fosse al completo. Tengo poi a dire che se la nostra difesa fin qui a detta di tutti è stato il reparto che si è messo più in mostra il merito è anche dei centrocampisti e di tutta la squadra”.

Punzecchiato dai giornalisti presenti sulla mancanza di gioco da parte del Perugia e sui tanti infortuni, Belmonte fa quadrato con il tecnico: “Il mister è un’ottima persona ed è un buono, a differenza del “cagnaccio” che può sembrare da fuori. Con la Ternana, è inutile nasconderci, non siamo stati belli ma era un derby e contava il risultato. Fin qui, come detto, abbiamo incontrato tante difficoltà e avuto troppi alti e bassi, a volte siamo riusciti a giocare bene e altre no. Gli infortuni? Sfortuna e casualità”. Poi sul caso Zebli e Alhassan, esclusi nelle ultime giornate per motivi disciplinari, e su un presunto caso Taddei: “I panni sporchi si lavano in famiglia e comunque non è successo niente di particolare, penso si tratti di scelti tecniche. Rodrigo via dopo il cambio prima che finisse la partita? Non è vero, era nello spogliatoio”.

Belmonte, commentando poi la classifica del Miglior Grifone del Centro di Coordinamento, dà poi i suoi personali oscar ai compagni: “Per continuità credo che fin qui Volta, Rosati e Del Prete abbiano disputato un gran campionato”. Tornando al derby, il difensore biancorosso spiega poi il simpatico siparietto del pallone fatto rimbalzare due volte sulla testa di Coppola, capitano della Ternana che era a terra: “Con lui sono molto amico perché ci ho giocato a Siena e a Catania, per fortuna l’arbitro ha capito che stavamo scherzando”.

Belmonte, 29 anni tra poco più di un mese, parla poi del suo legame col Perugia, iniziato in estate ma destinato a durare: “Ho firmato un triennale con opzione per il rinnovo, qui a Perugia sto benissimo e spero di poter continuare a indossare i colori. La città è bellissima e mi ricorda Siena, con un centro storico medievale e poi quartieri intorno come San Marco dove io vivo. La tifoseria poi è fantastica, calda ma sempre in maniera positiva come quando ci ha spronato nei momenti difficili.Il futuro immediato? Il campionato di B tutto è possibile (il Grifo ha gli stessi punti dello scorso anno a questo punto del torneo, ndr), ma io penso che è giusto continuare a parlare di salvezza finché non troviamo la continuità. In B quando non si vince non si deve perdere. Se mi taglio la barba in caso di A? No, ma la coloro di bianco e di rosso, promesso…”.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545