Skin ADV

Cosmi a Umbria Tv: " Impressionato dal Grifo, ma occhio al mio Trapani"

Serse Cosmi sarà il grande ex della sfida di lunedì prossimo tra il Trapani e il Perugia, posticipo della sesta giornata di Serie B. L'ex tecnico del Grifo, che è tornato in Umbria approfittando dei due giorni di riposo in attesa del prossimo match, è intervenuto poco fa a “Fuori Campo”, trasmissione di Umbria Tv parlando subito della sua squadra, insieme al Crotone rivelazione di questo avvio di campionato: “Se con due vittorie e tre pareggi vogliamo imitare il Carpi e andare in A? Il nostro obiettivo resta la salvezza – ha detto Cmosmi - possibilmente senza soffrire più di tanto, anche se tra i cadetti è impossibile non soffrire”. Poi l'allenatore di Ponte San Giovanni è tornato sulla dichiarazione “preferisco vincere 1-0” seguita al 4-2 rifilato all'Entella: “L'ho detto perché eravamo sul 2-0, un risultato perfetto, e perché la solidità difensiva è fondamentale per andare lontano. Forse un 4-2 è più spettacolare per il pubblico, ma comporta anche un maggiore dispendio di energie  nervose”. Cosmi viene poi interpellato sulle lamentele del Perugia per i torti arbitrali delle prime giornate: “Io non credo che il Grifo si sia lamentato per ottenere qualcosa nelle gare successive ma perché, credo, si sente vittima di ingiustizie. Il giorno dopo però bisogna voltare pagina e concentrarsi. Se quando ero io al Grifo ci avessero concesso qualcosa ogni volta che ci lamentavamo avremo ottenuto molto di più. Ai Grifoni deve restare la soddisfazione di aver ricitato un monologo contro un'altra delle candidate a vivere una stagione di vertice e di aver trovato un giovane forte e dalla personalità importante come Drolè. Inoltre la squadra di Bisoli ha già raggiunto un'importantissima solidità difensiva: dopo aver acquisito questa garanzia dopo si può lavorare meglio sulla fase d'attacco. Bisogna eliminare gli errori perché con il Cesena, al di là dell'arbitro e della sfortuna con i tre pali colpiti, c'è stato anche qualche errore che non ha permesso ai biancorossi di segnare. Il Grifo comunque ha cambiato tanto dall'anno scorso, anche la sua filosofia di gioco e nella costruzione delle squadre si segue sempre una logica. La solidità difensiva è la prima cosa, così come le case si iniziano dalle fondamenta e non dal tetto. Su questo il Perugia è già a buon punto come lo era il mio Trapani fino all'ultima gara vinta 4-2 con l'Entella. Per dare giudizi comunque è ancora presto perché il campionato non è appena iniziato, si può dire anzi che non è ancora iniziato e quindi le big hanno tutto il tempo per rientrare in corsa in un torneo che è una vera e propria maratona”.

Un pensiero poi a Tardioli, vice di Bisoli che nella ripresa con il Cesena ha guidato la squadra dopo l'espulsione del tecnico: “ Con lui ho lavorato 8 anni e non solo a Perugia, sono contento per lui. E' un ragazzo a cui voglio bene e con cui mi sento spesso. Gli auguro di raccogliere soddisfazioni in questa avventura con il Grifo e poi magari di iniziare a camminare da solo”. Chiusura infine sulla sua esperienza a trapani, dove è arrivato in corsa nella parte finale della passata stagione e si è rilanciato alla grande: “Se dopo le difficoltà incontrate a Pescara sia io che Marino abbiamo fatto bene forse non era solo colpa nostra. Io avevo detto che per allenare volevo persone serie e con cui rapportarmi, non dei fenomeni. A Trapani ho trovato tutto quello che un allenatore vorrebbe: un grande presidente, che guarda caso non capisce molto di calcio ma si è affidato a un direttore sportivo che invece ne capisce e sta facendo bene da anni dopo essere partito dai dilettanti. Tutto questo si rispecchia in una squadra di grandi professionisti che lavora in una città passionale che vive di calcio”.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545