Skin ADV

Perugia-Salernitana, i precedenti. Da Sprocati a Pisano, quante sfide al Curi

Sono 18 i precedenti ufficiali giocati in Umbria tra Perugia e Salernitana, per un complessivo bilancio di sette vittorie del grifo, altrettanti pareggi e quattro successi della Salernitana.

Nel 1941, esattamente il 26 gennaio, nel vecchio stadio “Santa Giuliana”: alla tredicesima giornata del campionato di Serie C, girone G, i campani di Geza Kertesz persero l’imbattibilità (1-0 gol di De Angelis) stagionale.

Nel torneo 1946/47, poi vinto proprio dalla Salernitana che, in realtà  la gara col Perugia si disputò in campo neutro a Roma e vide il trionfo dei campani per 3a1, gol biancorosso di Roccasecca.

 Il 29 agosto 1982 la Salernitana tornò in Umbria, per la prima volta allo stadio “Renato Curi”, nella gara valevole per il girone eliminatorio della Coppa Italia maggiore: fu 1-1 il risultato finale, di rete iniziale di Zerbio e pareggio ospite di Zaccaro.

Anche nella stagione 1988/89 e1989/90  uscirono due pareggi; il primo 1-1 con reti di Ravanelli e Di Bartolomei, il secondo 0-0

Nel 1991/92 la Salernitana perse 1-0 (gol di Fusci) contro un Perugia che sfiorò di un solo punto la B. Con lo stesso risultato i campani persero pure nel torneo successivo (rete di Savi allo scadere con un grandissimo gol sotto la Nord). Al termine della stagione il Perugia vinse lo spareggio di Foggia, ma fu retrocesso a causa dell'inchiesta che coinvolse l'arbitro Sanzacqua: cosi le due squadre si affronterono ancora l'anno successivo con il Grifo che travolse i granata 3-0 con una tripletta di Jo Condor Cornacchini.

Nella stessa stagione, fu 0-0 nella semifinale di ritorno di Coppa Italia di Serie C che vide gli umbri passare il turno dopo il 2-2 con polemiche dell’andata. La vendetta campana giunse in B l’anno dopo, alla quarta giornata, quando i granata espugnarono lo stadio umbro con Pietro Strada e Giovanni Pisano (di Fiori il gol di casa per l’1-2 finale). Successo bissato anche nel 95/96: aprì le danze il granata Marco Ferrante, poi un autogol di Grassadonia riportò il punteggio in bilico col solito Pisano, alla mezzora della ripresa, a segnare il gol del definitivo 1-2. Il Perugia andò in Serie A e tornò in B nel 1997/98 ma solo per un anno: in massima serie andò pure la Salernitana, in campionato finì 1-1 (Rapajc e De Cesare i marcatori).

In Serie A i granata al Curi persero il 21 marzo del 1999 (1-0, Rapajc), gara che provocò l’esonero di Delio Rossi. Il 6 settembre 2000,i grifoni vinsero 2-1 in Coppa Italia ma furono eliminati; di Chianese Monaco e Bucchi le reti della partita.

Il 21 febbraio del 2005 in B, Davide Bombardini rese felici i sostenitori granata siglando – nel gelo del Curi – il gol vittoria dello 0-1. Nel 2006/07 la gara di C1 terminò 1-1 con Mocarelli che impattò la rete ospite di Sestu.

L'anno successivo la gara terminò ancora 1-1, con reti di Mazzeo e Di Napoli (al termine della stagione promozione in B per i campani).

L'ultima sfida due stagioni fa, con la rete di Mattia Sprocati che decise il match e lanciò il grifo verso il titolo d'inverno certificato dall'1a1 di Frosinone sette giorni dopo.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545