Skin ADV

Bisoli: "Belmonte è out, domani diversissima da Cagliari. E poi la Salernitana..."

Queste le parole di Pierpaolo Bisoli in conferenza stampa alla vigilia della partita contro la Salernitana: "Finché non perdiamo non taglierò la barba, ma se pareggiamo la spunterò. Speriamo non accada perché ci piacerebbe vincere per continuare il percorso di crescita. Bianchi ha fatto un piccolo allenamento, verrà in panchina e farà come Fabinho a Cagliari. Hanno poca autonomia e speriamo di servircene come fatto al Sant Elia. Ci mancheranno Belmonte e Zebli, domattina sceglierò il meglio per ottenere quel risultato che ci permetterebbe di essere salvi".

Il tecnico biancorosso parla poi del suo collega e avversario Leonardo Menichini, un tempo suo allenatore quando era il vice del loro maestro Carletto Mazzone: "Con Menichini ci sentiamo spesso, mi ha fatto crescere come persona e come uomo, è un allenatore molto preparato: si è preso una bella gatta da pelare ma sono sicuro che verrà a Perugia per fare la sua partita e vincere".

Bisoli è poi sceso nel dettaglio sulla tattica e sui suoi dubbi di formazione: "Ho provato due situazioni diverse: questa mattina, rivedendo le ultime due partite della Salernitana, ho provato un accorgimento per cercare di limitare delle cose che non avevo notato. Rispetto a Cagliari qualche giocatore non ha recuperato mentalmente più che fisicamente al 100% (Guberti, Aguirre e Zapata): Guberti deve essere gestito bene, mentre Aguirre e Zapata dopo le bastonate prese hannno sicuramente imparato qualcosa, devo vedere chi potrò schierare subito e chi a partita in corsa. Oggi però non sono preoccupato, perché mi sembrava che i giocatori fossero un po' distratti ed invece è solo una questione fisica e mentale. Oggi per esempio ho rimproverato più i difensori, che mentalmente a Cagliari sono stati concentratissimi e possono aver subito il contraccolpo".

Aguirre e Zapata dovranno dimenticarsi gli spazi di Cagliari, domani chi giocherà avrà sempre il difensore attaccato e si dovranno muovere per cercare lo spazio. Le assenze di Del Prete e Belmonte mi costringono a indietreggiare Milos che a Cagliari ha dimostrato che preferisce giocare più alto. Ho provato anche Monaco, che secondo me non è ancora pronto per partire dall'inizio e poi non mi sembra giusto proporlo all'esordio in un ruolo non suo. Mi piacerebbe fargli assaggiare la categoria piano piano e in partite meno delicate. Il campionato è equilibratissimo, vedete quanto stiano faticando il Bari o il Pescara che sembrava destinata a staccare di dieci punti la quarta. Ci sono ancora 33 punti a disposizione in queste ultime 11 partite e sono tantissimi: facciamo la corsa su noi stessi e poi vedremo. Ho detto ai ragazzi che non abbiamo fatto niente, ci siamo tirati fuori dalla melma e non faccio più sconti. Chi vedrò in difficoltà anche dopo 10 minuti sarà sostituito, perché non possiamo permetterci di sbagliare. Dovremo  fare come contro il Latina: pressarli alti per 20 minuti e rifiatare, fisicamente stiamo bene al di là del recupero post Cagliari. Grifolab? Sarà una struttura in più che dobbiamo cercare di sfruttare".

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545