Skin ADV

Il punto - L'Ascoli come due anni fa: ecco perché vincere sabato al Curi vale tantissimo

13 punti in 5 partite, 7 gol fatti e uno subito: sono i numeri del Perugia che a Lanciano ha vinto contro la squadra più in forma del campionato.

Ed adesso ? Adesso il Grifo sta ad un passo dalla zona play off, un obiettivo che solo un mese e mezzo sembrava impraticabile. Ed invece Bisoli ed i suoi ragazzi hanno ootenuto il massimo e sono tornati in corsa. Sabato con l'Ascoli, un pò come due anni fa proprio di questi tempi in Lega Pro, il Grifo può dare una spinta decisa alle sue ambizioni: allora ci pensò Sprocati in pieno recupero ad iniziare la rimonta sul Frosinone: stavolta si giocherà al "Curi" e i tre punti potrebbero permettere alla squadra di Bisoli di potersi avvicinare ancora alla zona play off, anche per la concomitanza di alcuni scontri diretti (lo Spezia va a Cagliari, quindi Trapani-Brescia e Bari-Cesena lunedì nel posticipo).

Poi si entrerà nella fase più calda della stagione, quel mese di aprile che deciderà chi e in che posizione entrerà nella griglia per giocarsi i paly off. Il Perugia non può fallire contro l'Ascoli, perche  poi giocherà tre trasferte in appena due settimane, due delle quali scontri diretti ( a Brescia e Novara) e con un turno infrasettimanale in mezzo (martedì 19 aprile contro il Modena al Braglia). A queste vanno aggiunte altre due gare, quelle in casa contro Avellino e Bari che in totale fanno sei partite in appena 28 giorni.

C'è un altro dato su cui ragionare che rende di ferro il mese di aprile: il fatto che il Perugia giocherà in posticipo due volte, sia contro il Brescia che contro il Novara e sempre in trasferta e la squadra avrà appena 4 giorni tempo per smaltire le tossine e preparare le due successive gare interne che si giocheranno al "Renato Curi" contro Avellino e Bari.

Nella speranza che Bisoli intanto possa recuperare in fretta tutti gli indisponibili (Parigini, Drole, Ardemagni, Bianchi, Del Prete, Belmonte), perchè attingere a tutti i giocatori della rosa sarebbe importantissimo per avere le alternative necessarie per affrontare il mese della verità

Intanto però c'è da pensare all'Ascoli, che sabato al "Curi" si giocherà la partita della vita e forse anche la panchina di Mangia. Sarà come una semifinale il match contro i marchigiani: vincerla significherebbe allinearsi al gruppetto che conta e prepararsi allo sprint. 

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545