Skin ADV

Modena-Perugia 3-0, LE PAGELLE - Disastro Grifo. E stavolta Bisoli sbaglia tutte le scelte

ROSATI 6 Incolpevole su tutte le reti del Modena. Al 12' miracolo su girata corta di Mazzarani, ma al 27' nulla può sul primo gol di Granoche a cui para il rigore al 31', arrendendosi però poi sul tap-in che porta al raddoppio emiliano. Al 62' altra bella parata a terra su innsidioso tiro dalla distanza. Lo scatenato "Diablo" poi lo infila per la terza volta a due passi da lui che poi al 90' evita il poker emiliano con un'altra bella parata su Belingheri.

DEL PRETE 5 Dalla sua parte Mazzarani è un cliente scomodissimo e Drolé non aiuta il capitano, che comunque non pare al top della forma, nella fase di copertura. E anche le discese e i cross sono merce rara. 

VOLTA 5,5 Nessun errore madornale, ma la difesa pare meno solida del solito e sul corner dell'1-0 Granoche viene lasciato praticamente solo. Il baluardo biancorosso poi si fa bruciare dal centravanti di casa sull'azione del 3-0 che chiude definitavemente i giochi.

BELMONTE 5,5 Stesso discorso fatto su Volta. Ed è lui a fornire involontariamente di testa la palla del -0 a Granoche.

SPINAZZOLA 5 Di nuovo terzino, sopratutto nella ripresa cerca di affondare sulla sinistra ma sbaglia tutti i cross.

ZEBLI 6 Dopo due prove sontuose un fisiologico calo, ma nonostante tutto è uno degli ultimi ad arrendersi e di certo non è tra i peggiori. Al 66' si becca il giallo (esagerato) per un fallo in pressione su Belingheri.

PRCIC 5,5 Rientrato dallo stop per influenza, Bisoli gli affida le chiavi del centrocampo ma l play scula Toro non sembra in grande serata. E' comunque uno dei pochi a spaventare Manfredini: al 37' ha la palla al limite dalla sua mattnella ma il destro è strozzato e sfila a lato; al 41' ci prova col sinistro e stavolta serve un grande intervento del portiere modenese per togliere la palla dal sette; al 51' altro destro dai 30 metri ma troppo centrale.

AGUIRRE 5,5 Nel primo tempo è il più vivace degli attaccanti ma si incaponisce troppo spesso nell'iniziativa personale. Al 68' strappa applausi con uno splendido aggancio volante direttamente su lancio di Rosati, ma poi invece di servire il liberissimo Ardemagni sulla destra si fa recuperare e perde palla.

DELLA ROCCA 5 Schierato trequartista, ruolo in cui è già risultato decisivo altre volte in trasferta, in questa gara fatica a trovare la posizione. Dopo l'1-0 modenese Bisoli lo dirotta a sinistra e sui suoi piedi capita una doppia chance che però l'ex Palermo spreca malamente: al 41' col sinistro e poi col destro sul successivo corner. (dal 74' MOLINA SV ENtra quando i giochi sono ormai praticamente chiusi)

DROLE' 5 Di nuovo titolare dopo la frattura all'avambracico e diverse settimane fuori, fin dall'avvio sembra spaesato e fuori dai meccanismi della squadra. Al 30' poi è suo lo sciagurato fallo sulla linea corta dell'area che porta al rigore del 2-0 emiliano. Sul suo unico buono spunto (40') la palla arriva sui piedi di Della Rocca che spreca. (dal 46' FABINHO 6 Bisoli prima gli concede un po' di riposo, poi lo getta nella mischia a inizio ripresa. E il brasiliano è subito pericoloso (55') con una fuga sulla destra, chiusa con una velenosa puntata di sinistra su cui si supera però Manfredini. All'84' altro sinistro, stavolta dalla distanza, che impegna il portiere di casa.

BIANCHI 5 Anche lui al rientro da titolare dopo qualche gara e dunque indietro nella condizione, viene preferito ad Ardemagni come terminale offensivo del 4-2-3-1. L'ex City resta sempre alto senza mai venire incontro al centrocampo e così, con la squadra tuttaltro che in una gran serata, resta troppo spesso isolato là davanti. Al 37' sua una bella sponda per Prcic che però calcia male. Nella ripresa viene sostituito ed esce scurissimo in volto (dal 57' ARDEMAGNI 5 Ex della serata, viene fischiato fin dal suo ingresso in campo. Forse innervosito per questo, si prende anche un'ammonizione e non combina molto più del compagno che ha sostituito.

ALL. BISOLI 4,5 Alla prova del campo stavolta le sue scelte si rivelano tutte sbagliate, soprattutto quelle di Bianchi e di Drolè che poi prende di mira fin dall'avvio. Al 27' dopo il gol del Modena cambia e passa al 4-4-2 improvvisando Della Rocca esterno, per virare poi sul 4-3-3 a inizio ripresa con l'ingresso di Fabinho. Per l'ennesima volta il Grifo fallisce l'esame di maturità e stavolta brucia, perché questa trasferta non è stata affrontata con la perenne emergenza che ha accompagnato il tecnico per tutta la stagione. Da un timoniere esperto e da un motivatore come lui, in un appuntamento tanto importante, ci si aspettava ben altro Grifo.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545