Skin ADV

Il ritorno di Camplone, il tifoso scrive: "Perchè non lo applaudirò"

La filosofia di Camplone e quella di Bisoli. Due temi che hanno accompagnato e tavolta diviso la tifoseria perugina in questa lunga e altalenante stagione. Abbiamo chiesto a due tifosi, di contraria opinione, di scriverci perche domani applaudiranno (o non applaudiranno) il tecnico pescarese protagonista della promozione in Serie B

di Roberto

Perchè non applaudirò Camplone , perchè per me al momento non è nè più nè meno che l’allenatore avversario, tra l’altro di una squadra storicamente avversa ai nostri colori. Non applaudirò Camplone come per vari motivi non ho applaudito, ad esempio, Materazzi, Ravanelli, Cosmi o Novellino. E come, per fugare il campo da qualsiasi equivoco, non applaudirò Bisoli se un giorno dovesse tornare da ex. Non è una questione personale con Camplone, ma semplicemente un modo di pensare. Scendendo nel particolare poi, a livello prettamente tecnico, trovo altri motivi per non giustificare in alcun modo la spaccatura che si è create anche tra tifosi, I cosidetti “orfani” o “vedove” e i presunti Bisoliani. A mio avviso è proprio questo l’aspetto più assurdo, ovvero tifare o parteggiare per l’una o l’altra persona, anzichè per il bene del Grifo e per la maglia. Con gente che addirittura gioisce di alcune sconfitte per poter dire …"l’avevo detto io". Ma tant’è.

Tornando come dicevo al discorso prettamente tecnico, posso elencare una serie di motivi per cui a me, Camplone, come allenatore non piace, o meglio ritengo che abbia alcuni grossi limiti per farlo diventare da un discreto a un grande allenatore ( l’equivoco è proprio che per alcuni è osannato come fosse il nuovo Mourinho). Nessuno ovviamente può comunque togliergli i meriti di aver riportato il Grifo in B dopo svariati anni, ma visto anche il valore della squadra non farlo sarebbe stato un vero fallimento, specialmente per come era finito l’anno precedente (Play off con il Pisa sciaguratamente persi). E quindi sintetizzando i vari punti che a me non piacciono di Camplone:

- Gestione assurda dei play off ( Sconfitta con il Pisa e con il Pescara con due risultati su tre a disposizione e dopo essere passato in vantaggio) -La squadra dello scorso anno, nel girone di ritorno, era sicuramente una delle più forti della B: è stata un’occasione persa non provare a salire, specie nel modo in cui è poi finite - Nella prima parte del campionato, con qualche difficoltà di organico, i risultati non sono stati certo esaltanti, una vittoria in 13 partite - La gestione dei cambi e di diverse partite è stata alquanto discutibile ( Falcinelli messo a terzino contro il Pescara in 10 contro 11, che ha fruttato il pareggio di Maniero, marcato proprio da Falcinelli, anzichè magari inserire un difensore). - Incapacità di motivare la squadra nelle partite più importanti che ad eccezione del 4 maggio e di Ascoli (Sprocati). (Viareggio, Frosinone, Play off, ecc).

A margine di tutto ciò, ho trovato fuori luogo le dichiarazioni post Sorrento ( tifosi con i pomodori), nonchè quelle pre play off contro il Pescara ( mia figlia è in curva con il Pescara…io sono sportivo, che vinca il migliore) o l’intervista a Bisoli mentre ancora era sotto contratto con il Perugia. Per non parlare del vice e delle sue schermaglie su Facebook contro allenatore attuale e qualche tifoso.

In conclusione, al di la di quanto scritto sopra che rappresenta un’analisi prettamente personale ( condivisibile o meno), non applaudirò Camplone. A mio avviso sono altri i personaggi da applaudire, gente che è entrata nella storia del Grifo (Castagner e chi purtroppo non è più possibile applaudire).

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545