Skin ADV

Cosmi: Le assenze del Grifo? Gaucci diceva che...

"Luciano Gaucci mi diceva sempre che se hai ambizione e valori tecnici,come ha il Perugia,  puoi tirare fuori delle energie supplementari  anche nei momenti di difficoltà".

Lo ha detto Serse Cosmi, nella conferenza stampa che precede Trapani-Perugia di domani parlando delle tante assenze in casa dei grifoni che al "Provinciale" scenderanno in campo anche senza Comotto (e con Spinazzola e Rossi che non si sono mai praticamente mai allenati).
Cosmi dunque non si sente tranquillo per le tante assenze in casa del Perugia,  anzi aggiunge di aspettarsi una squadra che cercherà di ottenere il massimo: "Per blasone valori e ambizioni il Perugia non può non pensare di giocare per vincere, e' una squadra costruita dalle fondamenta, con una fase difensiva  che ha già dei valori e che nel campionato di B e' un punto di partenza fondamentale per raggiungere gli obiettivi. Questo però non significa dare valori definitivi a certi numeri, come la difesa che subisce poco e l'attacco che stenta, perché poi nel calcio basta un attimo per smentirli.


"Io chiedo alla mia squadra di non ripetere gli  errori che abbiamo commesso contro l'Entella, indipendentemente da come si metteranno le cose: prendere gol a partita chiusa come è successo nell'ultimo turno, magari in contropiede, significa sprecare energie inutili che poi si possono pagare nel corso di un campionato così lungo come la Serie B".

In caso di successo  il Trapani potrebbe avvicinarsi al primato, ma Cosmi preferisce tenere l'ambiente con i piedi per terra: "Io guardo solo la nostra classifica e un certo tipo di squadre e risultati, perché so qual'è il nostro campionato e l'obiettivo che abbiamo.

Non può mancare poi un accenno al passato: "Ho affrontato il Perugia tre volte: una con il Genoa al Curi abbiamo buttato via la vittoria, mentre nella gara di ritorno in casa abbiamo subito l'unica sconfitta interna del campionato. L'anno scorso e' stato come tornare a casa anche se è stata un'esperienza diversa a causa dell'espulsione dopo pochi minuti. Se fossi un giocatore sarebbe diverso, anche se poi certe emozioni le realizzi tutte al fischio finale dell'arbitro.


"La gente con l'Entella ha considerato la partita spettacolare, ma nel calcio meglio evitare le montagne russe e puntare sulla concretezza, il grande Milan di Sacchi non è' stato costruito partendo da Van Basten e anche l'Inter di Mourinho ha fatto lo stesso".

Crescere per Cosmi significa soprattutto questo, oltre che fare risultato. Già da domani, nella  sfida contro il Grifo.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545