Skin ADV

Bucchi: Volevo solidità, lo spettacolo...

Servizio di Moreno Castellani

 

Singolare convergenza fra Bucchi e Castori nelle dichiarazioni post partita. Entrambi i tecnici hanno convenuto che dopo 15 giorni di lavoro duro, pur nel rispetto del pubblico che paga, quelnche conta è acquisire minutaggio e sooratutto evitare infortuni o aggravamenti dovuti alla durezza della preparazione. In particolare del Perugia, Bucchi ha ammesso: " In questo momento siamo imballati, ma sono comunque soddisfatto perchè ho visto che i ragazzi hanno provato a fare quel che avevo chiesto.

 

Da questa gara-prosegue l'allenatore del Perugia- mi aspettavo soprattutto di vedere una solidità di fondo e mi pare che almeno questo l'abbiamo dimostrato. Poi davanti magari sono mancate brillantezza e cattiveria, ma quando le gambe ancora non girano -e non gireranno ancora per un pezzo visto il tipo di lavoro che si sta affrontando- è difficile pensare allo spettacolo, anche se la gente deve sapere che ci arriveremo". Sui singoli non si è voluto dilungare, se non sugli assenti di serata, promuovendo di fatto tutti, con una menzione particolare a Comotto come migliore in campo. Circa gli assenti ha voluto specificare che:" Del Prete ha una struttura che lo obbliga ad un certo tipo di lavoro.

Drole ha avuto un risentimento tibiale e non ho voluto rischiare. Alhassan è al suo ritorno al calcio copo un anno maledetto, ha bisogno di maggiore pazienza. Fabinho? Continua a soffrire tanto, dobbiamo aspettare che stia bene per pretendere qualcosa da lui". Su Volta uscito dopo una botta alla tibia, Bucchi ha svelato un retroscena:" era stato punto da un'ape in ritiro ed era gonfio e dolorante, tanto che era in dubbio. Proprio sul punto dolente ha subito una tacchettata. La sostituzione con monaco era comunque preventivata, nessun problema lunedì rientra nel gruppo....".

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545