Skin ADV

Santopadre: Grifo da salotto, complimenti una presa in giro. A Pisa giocano per la maglia...(FOTO)

 

 

Un confronto diretto dentro gli spogliatoi con lo staff tecnico ed i giocatori. Ed oggi i tre principali quotidiani locali (Il Corriere dell'Umbria, La Nazione, Il Messaggero, articoli di Nicola Uras, Francesca Mencacci e Remo Gasperini) sono usciti in edicola con un intervista di un Presidente Santopadre in "ebollizione".

"Bucchi non è in discussione - attacca Santopadre- , vado allo stadio fiducioso perche sò che il Perugia gioca a calcio. Però voglio che capisca che la Serie B è un'altra cosa. Il passato è un bel capitolo, ma ha allenato Gubbio, Torres e Maceratese. Oggi siamo quart'ultimi e i complimenti sul bel gioco senza punti sono soltanto una presa in giro. La formazione di Chiavari mi sembrava un azzardo esagerato, ma errare è umano e poi era la prima volta". 

Capitolo giocatori: "Ho raccontato loro che la situazione di quando sono arrivato qua: i campi erano dissestati, le reti arrugginite, ho ricostruito tutto con l'aiuto di tutti e con sacrificio. Ho ridato dignità a questa società, loro adesso devono giocare per non toglierla di nuovo. Devono giocare con mordente e per la maglia come fanno quelli del Pisa. La squadra non deve abbandonare quella politica di gioco, ma c'è qualcosa che non mi convince. Siamo molli sia in attacco che in difesa. La B è corsa, abnegazione, sacrificio e umiltà senno si finisce nelle sabbie mobili. Ora la cosa importante è aver capito che dobbiamo cambiare strada. Il "Curi" deve tornare ad essere il nostro fortino, quando la squadra entra in campo dobbiamo piantare la bandiera biancorossa come segnale per gli avversari."

 

 

                           

 

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545