Skin ADV

Al Matusa accesso negato a tifoso perugino disabile. E il Frosinone perde due volte (FOTO)

  


Francesco  Moscioni è un grande  tifoso  del  Grifo   con grave disabilità motoria e per la partita di Frosinone vinta dal Perugia aveva  inoltrato  richiesta di  accesso  allo  stadio  Matusa  in largo  anticipo.   E' una  sua  prassi  per  permettere  alla società ospitante  di  organizzarsi  al  meglio. Questa  volta però qualcosa  non ha funzionato e  la  risposta  del club laziale è motivata dal non essere in grado di   assecondare richieste  di questo  genere per  la  mancanza  di  una  zona  per  disabili  nel settore  ospiti. Niente  biglietto  dunque.  E  niente  partita.  Francesco è deluso (avrebbe seguito la partita anche tra i locali senza dare alcun fastidio) e dopo  un’attenta  riflessione  e  su consiglio  di  alcuni  amici,  sabato  mattina  inoltra  una  mail alla  Lega  Serie  B,  per  informarla della  scarsa  sensibilità   del Frosinone  Calcio,  ritenendo  il  testo  della  mail  di  ritorno scarno e non firmato .

La Lega però   si  attiva subito  con  Frosinone  e  Perugia    per riservare  due  posti  a  Francesco  e  alla  sua  accompagnatrice. La  soluzione    sembra  oramai imminente,  ma  poco più tardi il tifoso riceve ancora dalla stessa Lega  Serie  B  una  mail  in cui "con dispiacere" (sono quasi le 13) comunica a Francesco che il Frosinone non avrebbe concesso il biglietto necessario per entrare allo stadio, nonostante gli ispettori della Lega si fossero resi disponibili ad accompagnare Moscioni nel posto riservato come ospite della Lega stessa.
Peccato  per  una  società  cresciuta  tantissimo  a  livello organizzativo,  soprattutto  per  accogliere  i  giornalisti  ospiti che  ogni  volta  si  recano  al  Matusa per  svolgere  il  proprio lavoro e con steward che si sono dimostrati all'altezza dell'evento.

Una  vicenda   sgradevole,  che  non  ha  nulla  a  che  vedere  con l'ospitalità  garantita  da  tutti  i  club  di B,  con  società  come Cesena  e  Virtus  Entella  che  della  questione  disabili  ne fanno  un  punto fermo.   E  non  regge  nemmeno  l'attenunate dello  stadio  oramai  vecchio  e    nel  cuore  della  città    (  a fine  anno  a  Frosinone  sarà  pronto  il  nuovo  Stadio  che sorge nell'immediata  periferia).  Anche in  altre  parti  d'Italia  il problema  è  simile  (a  Chiavari  soprattutto),  ma  a  Francesco e  Luisa  è stata  garantita  un'adeguata  sistemazione soprattutto accoglienza eccellente.

Francesco non ha potuto seguire da vicino la prima grande vittoria fuori casa del Perugia, ma il Frosinone ha perso  due volte. 

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545