Skin ADV

Tifoso disabile: Frosinone si scusa e dona maglia autografata. La lettera (FOTO)

 

Vista l'accoglienza ricevuta sia dall'Ufficio Stampa che dagli steward in servizio sabato allo Stadio "Matusa" di Frosinone , la questione del tifoso disabile non accreditato in occasione di Frosinone-Perugia dimostra come la richiesta fosse stata filtrata da qualcuno non idoneo a gestirla. Con le scuse del Frosinone e del'Ufficio stampa inviata tramite mail direttamente a Francesco Moscioni si chiude una parentesi poco piacevole che speriamo serva per generare maggiore attenzione e cura nei confronti dei tifosi diversamente abili.

Vi riportiamo la mail inviata dall'ufficio stampa a Francesco Moscioni, che in questa foto vedete con l'accompagnatrice Luisa (alla destra) e tre amici tifosi.


Gentilissimo Sig. Francesco Moscioni,

Con la seguente la informiamo di esser venuti a conoscenza della situazione creatasi in occasione della gara del campionato di Serie B ConTe.it Frosinone-Perugia per mezzo di stampa. Dirle che il rammarico e l'imbarazzo è davvero tanto, a fronte di tutto ciò, ci creda, risulta essere fin troppo riduttivo. Senza alcun dubbio la sua richiesta di accredito andava gestita con più discrezione e disponibilità.

Pur essendo a conoscenza della difficile situazione logistica strutturale nella quale riversa il nostro stadio, che purtroppo ci limita su alcuni fronti, le assicuriamo che da qui in avanti tali vicissitudini verranno affrontate con estrema attenzione. Per scusarci del disagio creato e della deplorevole situazione nella quale si è trovato suo malgrado, le omaggiamo una maglia firmata dai nostri calciatori sperando di fare un gesto a lei gradito. La passione per questo sport e l'amore per la propria squadra non devono essere in nessun modo ostacolati. A tal proposito con estrema sincerità e massimo rispetto le rivolgiamo le nostre scuse. Antonio D'Agata capo ufficio stampa

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545