Skin ADV

Gattuso: Perugia non molla mai, Bucchi buon allenatore (FOTO)

 

 

 

(testo raccolto da tuttopisa.it articolo Claudia Marrone)

"Sara' una gara molto difficile quella che ci aspetta, il Perugia arriva con molto entusiasmo, ed è una squadra bella compatta, che fa del centrocampo il suo punto di forza, anche se cambiano spesso il vertice basso: non mollano mai, creano tanto e concedono poco. Bucchi sta poi dimostrando di essere un buon allenatore".

Sul Pisa: "Vedo molto entusiasmo nei ragazzi, questa settimana qualcosina hanno fatto, abbiamo fatto delle sedute di forza anche se gli avevo concesso un giorno in più di riposo dato che avevamo affrontato tre partite in 7 giorni. Ma la vittoria ci manca, questo è vero, e domani non dovremmo farci schiacciare, oltre poi a non commettere l'errore di pensare che si deve vincere per forza. Dobbiamo giocare come sappiamo, verticalizzando in modo corretto".

Sui singoli: "Quando devo fare la formazione non posso non badare a tante situazioni: Lazzari ha sempre piccoli dolorini, ed è cosa normale quando uno non gioca molto. Golubovic a oggi è un giocatore pronto per fare la Serie A, ma qua ne parlate come fosse uno normale: alle volte sbaglia perchè macina chilometri, ma ditemi qualcuno che ha superato in velocità Golubovic o qualcuno che ha vinto un contrasto fisico con lui. E' uno di quelli che, sia a livello umano che calcistico, me lo porterei sempre dietro. Su Longhi, invece, dimenticate che sta giocando al 60/70%, anche con un edema, ma si mette sempre a disposizione, quando invece potrebbe fare anche il lavativo. Ma non lo fa. E la differenza a oggi, nella nostra squadra, non devono farla sugli esterni. Poi indubbiamente uno come Mannini, quando gioca da Mannini, fa la differenza, ti rende meno prevedibile. Anche Del Fabro comunque ha ottime qualità, è un ragazzo al quale non si può dire nulla, è uno di quelli che agli allenamenti va cacciato da campo perchè sta a ore ad allenarsi: è un gran segnale, di uno umile che ha passione e vuole imparare. Un grande esempio per tutti deve essere Lisuzzo, per quello che mette in campo e per come parla ai ragazzi". 

Sulla sua esperienza in Umbria:"Ero molto piccolo, avevo 12 anni, e devo ringraziare la famiglia Gaucci, oltre ai miei genitori, che mi hanno permesso di andare, nonostante fossi un bambino, via di casa per stare in un collegio e giocare a calcio. Con mia mamma, e parliamo di circa 25-26 anni fa, ci siamo massacrati un pò di volte, lei non voleva".

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545