Skin ADV

IL PUNTO: Il progetto Goretti sintetizzato da Bucchi. Ecco perche il tecnico chiama a raccolta i tifosi

 

Lo scatto in mezzo al campo per festeggiare altri tre punti pesanti, le parole in sala stampa che per definire la vittoria di Pisa la piu importante dell'anno. Oggi Cristian Bucchi è un allenatore felice, perche il suo Perugia è riuscito a superare l'ennesimo esame di maturita. Ha fatto gol al primo affondo con un azione da manuale del calcio (cross tagliato basso, movimento della prima punta ad attaccare il primo palo e velo per l esterno che si butta dentro e la mette all incrocio) e poi ha resistito al ritorno di un Pisa che forse qualitativamente non è il massimo, ma è una squadra che non molla niente e lascia tutto sul campo.

Ecco questa vittoria ha avuto una sintesi diversa da quella di Vicenza, dove i biancorossi avevano ipotecato i tre punti con un primo tempo da favola fatto di ritmo, pressing e possesso palla. All'Arena Garibaldi  il Pisa aveva iniziato aggressivo e il campo pesante per la pioggia non sembrava favorire le caratteristiche dei grifoni.  Poi alla prima incursione è arrivato il gol e intorno a questo episodio il Perugia ha costruito la sua partita, cambiando pelle per l'occasione, difendendo  piu basso e cercando di ripartire di rimessa senza per questo snaturarsi

Nella ripresa Gattuso ha cambiato modulo, ha inserito una punta centrale e rafforzato le corsie esterne , ma i nerazzurri hanno avuto solo una ghiotta occasione sventata da Di Chiara,  che dopo il cross del gol ha messo una pezza con un grande intervento difensivo.

Di Chiara, ma anche Mancini e Monaco e il grande sacrificio di Di Carmine, che nella fase passiva è il primo difensore. Poi anche Brighi, Belmonte e Nicastro, arrivato dal mercato senza clamori ma che si sta confermando grandissimo colpo a costo zero. Senza dimenticare Acampora, altra bellissima sorpresa di una stagione iniziata in salita ma che poi è decollata impetuosamente.Mancava Volta, il miglior giocatore di quest'anno e mezzo ma non se n'è accorto nessuno.

Dalla sesta giornata in poi il Perugia marcia a ritmi promozione,  ha conquistato 19 punti 24 disponibili, ha vinto tre volte in trasferta perdendo immeritatamente solo contro il Carpi, ma reagendo subito da grande gruppo con due blitz fuori casa su campi tradizionalmente difficili. In classifica è quarto, ma a tre punti dal secondo posto

Bucchi e i suoi ragazzi stanno facendo un lavoro eccezionale grazie alle linee di una societa , che dopo l'utile esperienza bisoliana, ha ripreso il suo cammino di stampo chiaramente gorettiano. Il Ds aveva un sogno, giocare un calcio offensivo e limitare la vulnerabilita tipica delle squadre votate all'attacco. Questo Grifo sta mettendo in pratica un ambizioso progetto tattico  partito quattro  anni fa ed evolutosi con le esperienze vissute sul campo.

Adesso tocca ai tifosi piu pigri scendere in campo: riempire il Curi e spingere questa squadra oltre i propri limiti. Perugia in questo è riuscita sempre ad essere il valore aggiunto, l'ultimo gradino è la porta per il paradiso.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545