Skin ADV

SIR, ecco Bernardi. Le dichiarazioni in conferenza stampa (FOTO)

 

GINO SIRCI: " Molti si sono sorpresi, mercoledi sera siamo stati molto tranquilli e le voci non erano vere. Poi ieri abbiamo ragionato, ma ce stato un tema nelka nostra testa: che i numeri parlano prima di tutto. Perugia non puo stare tutti quei punti sotto la prima e la paura non fa bene allo spettacolo. I 2800 tifosi del PalaEvangelisti non potevano uscire delusi. Io faccio gli interessi della societa, che non è la mia, ma di tutti. Penso di aver interpretato lo spirito di rivalsa e di vittoria della citta. Come un allenatore, che cambia i giocatori quando le cose non vanno bene, anche noi abbiamo voluto cambiare per migliorare e per vincere. Bernardi era in corsa anche due anni fa, speriamo sia una soluzione fortunata. Caro Lorenzo faccio il tifo per te. Vujevic è la societa, non è assolutamente in discussione e le voci sono infondate. Con lui abbiamo impostato un discorso tecnico e con lui va avanti senza il minimo dubbio. Incontrero Kovac dopo la partita, ci ha parlato Vujevic. Lui e stato esonerato perche abbiamo capito che i nostri interessi non coincidevano con i suoi.

BERNARDI: Sono emozionato di vedere tutta questa gente, ringrazio il presidente per questa opportunita perche realizzo un grande sogno. Perugia era un sogno, poi ieri sera mi ha chiamato Sirci e adesso dobbiamo trasformarlo in un obiettivo. Le mie attenzioni saranno rivolte alla squadra, e mi rivolgo ai tifosi che hanno creato questa squadra e questo ambiente: vi chiedo di mettere la squadra davanti a tutto e mi assumo tutte le respinsabilita-. Questa squadra ha grandi potenzialita, dobbiamo metterci in testa che le partite finiscono quando cade a terra l'ultimo pallone e non l'ultimo pallone del set. Giochiamo spesso, ma questo aspetto ci alleggerirà. Conosco questi giocatori e sono sicuro che questi sono giocatori che possono essere protagonisti. Sono stato giocatore e so che quando manca un po di sicurezza si possono commettere degli errori. Però sono convinto che su questo aspetto si possa lavorare bene. Noi dobbiamo lavorare per far rendere al massimo questi giocatori. Zaytsev? Con lui un posto 4 dovremo avere pazienza, è un lavoratore e ha grandi potenzialita. Avra poco tempo per allenarsi, ma in questo ruolo è piu coinvolto perche molto di più dentro il gioco. Giocheremo spesso, ma la partita ha un feedback diverso. Ivan non è pero un robot e ha bisogno di tempo per ragionare.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545