Skin ADV

Il punto di Grifotube. Gol cercasi disperatamente: mercato sbagliato oppure?

Sette partite tre gol, uno nelle ultime quattro.

I numeri parlano chiaro sul piu grande problema del Perugia, che in casa si fa fermare anche dall'Entella dopo Crotone e Cesena
Ma se contro i romagnoli era stata la sfortuna a fermare i ragazzi di Bisoli contro l'Entella la squadra ha avuto maggiori difficoltà.

Eppure Bisoli, in emergenza per le assenze di Parigini, Salifu, Comotto, Fabinho e all'ultimo anche Del Prete oltre al lungodegente Taddei, le ha provate tutte pur di risolvere il grande problema , come quello di cambiare modulo schierando il trequartista dietro le due punte.
Sulla carta l'idea di Zapata, il migliore fino a quando Bisoli non l'ha spostato sull'esterno, non era male cosi come non era campata per aria quella di Drolè al fianco di Ardemagni, penalizzato dal 4-2-3-1 che lo isola dentro l'area avversaria.

Ma il gol non è arrivato, anche a causa della solita sfortuna che nella fattispecie si sta accanendo contro Rizzo (due legni in tre partite)
Episodi a parte però, non sara facile per Bisoli uscire da questa ragnatela di tentativi.

E il tempo fa aumetare il timore che il mercato dell'attacco abbia fornito tanti buonissimi giocatori alcuni dei quali però, soprattutto nella contingenza, poco consoni alle caratteristiche di gioco di questo Perugia.
Due esempi:
In casa servirebbero dei corazzieri o comunque esterni in grado di saltare l'uomo e metterla nel mezzo. Ma a parte Fabinho, che adesso non c'è, Bisoli ha tutti giocatori da adattare. E con l'Entella e' mancato pure Del Prete, giocatore fondamentale per aprire il gioco sulle fasce e scodellare qualche buon pallone nei sedici metri.

Nel mezzo invece Ardemagni è stato affiancato da Drolè, alla sua prima da seconda punta. Un classe 97 vale la pena sottolinearlo ancora, come Zapata, altro giovanissimo.

In trasferta invece servirebbero giocatori di grande velocità per sfruttare gli spazi, ma a parte la sorpresa Drolè e Parigini (assente nelle ultime due partite e mai in forma per l'infortunio estivo) anche su questo aspetto l'organico ha qualche lacuna, almeno per il momento.

C'è poi la questione Lanzafame che per necessità Bisoli sposta in tante zone del campo ma che tutti invocano trequartista dietro le punte :Lanzafame è sicuramente giocatore estroso e ricco di talento, ma guardando anche il suo score passato non sembra in grado di dare garanzie sotto il punto di vista realizzativo. E in ogni caso senza di  lui ieri le cose non sono andate meglio, anzi.

Va ricordato che la penuria di uomini a centrocampo (ieri assente anche Spinazzola) condiziona tutte le scelte, anche quelle che riguardano il posizionamento degli attaccanti (Lanzafame e Fabinho esterni perche mancava Della Rocca, poi Lanzafame e Parigini esterni per l'infortunio di Salifu, quindi Drolè e Spinazzola, ancora  Drolè e Zapata a Trapani e infine Lanzafame a centrocampo con Drolè seconda punta con l'Entella).

Questo per dire  che per dare una valutazione definitiva sui problemi del reparto bisognerebbe aspettare quanto meno il rientro di Parigini e Fabinho, che però sembra destinato ad un altro stop forzato.

Il tempo passa però e le rivali per i play off non aspettano: cosi come le critiche che iniziano a farsi sentire anche da una parte di pubblico non soddisfatto e che ieri ha fischiato la prestazione della squadra.

Emergenze e situazioni ambientali che non semplificano la mission di Bisoli, trovare una soluzione al grande problema del gol.

 

 

 

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545