Skin ADV

Tozzi Borsoi: "Tifosi giudicano l'uomo, Brignoli dovrà impegnarsi doppio. Con Perugia e Ternana ho l'Umbria nel cuore" (FOTO)

 

 

"Dovevo arrivare a Perugia gia nell'anno di Cuccureddu,  tre anni dopo fu piu difficile per me accettare".

 A parlare Romano Tozzi Borsoi (si ringrazia per la foto Elena Saltafusi), capitano della Ternana per diverse stagioni prima dell'approdo a Perugia nel 2011-2012: "Arcipreti mi chiamò e gli risposi che a Terni la societa non si era comportata bene e che potevo prendere in considerazione la proposta . Andò a parlare con i tifosi della Brigata, i quali non obiettarono, anche se lo avvertirono che la scelta sarebbe stata rischiosa qualora le cose non fossero andate bene. Gli Ingrifati invece mi guardavano sempre "storto", ma furono rispettosi dell'uomo e l'estate successiva mi portarono a fare il bagno alla Fontana Maggiore e mi fecero baciare il Grifo".

A 38 anni suonati Tozzi Borsoi gioca ancora in promozione e sta trascinando il nuovo Giulianova in testa alla classifica con 19 reti nel girone di andara." Ho letto di Brignoli su Facebook, ma non sapevo di quelle sue dichiarazioni di un anno e mezzo fa. Certamente è stato ingenuo, anche a me è capitato di vivere situazioni in cui ho rischiato  di dire qualcosa di storto verso la citta e la tifoseria rivale , ma ho sempre evitato. E poi Perugia e i perugini non mi avevano fatto niente e sarebbe stata una cosa senza senso. Quando poi sono arrivato a Perugia ho fatto lo stesso con la tifoseria della Ternana, mi sono lasciato andare solo quando me lo sono sentito e nelle occasioni in cui era coinvolto tutto il gruppo. Per quanto riguarda Brignoli se dovrsse arrivare gli consiglio di fare "ammenda", poi dovra farsi perdonare sul campo; sicuramente è stato un episodio che lo farà  crescere.  I perugini sono un tifoseria intelligente, sapranno capire la situazione e far finta di niente".

L'ex attaccante di Fere e Grifo  parla della sua doppia esperienza: "Terni è una citta piu piccola in termini demografici e i tifosi hanno sofferto e stanno soffrendo tanto. Longarini non ha lasciato il segno, a differenza dei tanti presidenti che si sono succeduti a Perugia: il tifoso perugino è molto esigente e sopraffino , se sei primo in classifica e perdi c'è sempre una parte di critica. A Terni il tifoso ha "ingoiato" tante situazioni spiacevoli e la sua passione è messa sempre a dura prova. Quando passai al Perugia molti tifosi della Ternana non accettarono la mia decisione, chi mi conosce bene  pero mi apprezza come uomo perche alla Ternana ho dato tutto e anche di più, giocando spesso in condizioni fisiche al limite.Tra di loro ci sono anche tifosi della curva: a Perugia sono venuto non per una questione di soldi, ma perche la citta mi permetteva di restare vicino Roma e perche Perugia, per un giocatore, è una grande piazza con una storia calcistica molto importante. Inoltre sono stato molto bene e quando torno la gente mi saluta ancora anche se paradossalmente non sono riuscito a fare quello che avrei voluto, al contrario di quanto accaduto a Terni. Ho vissuto gli anni del rilancio e l'entusiasmo della piazza ha trascinato tutto l'ambiente e posto le basi per i risultati che poi sono arrivati".


Tozzi Borsoi alla fine confessa la sua fede calcistica: " Sono tifoso della Roma, ma per come sono fatto io non direi nulla contro i laziali, i tifosi hanno passioni straordinarie e vanno rispettati tutti perche sono la parte piu bella del calcio. Anzi senza tifosi il calcio non avrebbe senso di esistere".

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545