Skin ADV

Calcio e finanze, Perugia da maglia rosa. I NUMERI DELLA SERIE B

 

 

 

Leonardo Racana è amministratore della  LM&Partners di Perugia, società che si occupa di ricerca, analisi e consulenza strategica per le società di calcio e nello sport. Gli abbiamo chiesto di scrivere per noi un articolo sulle finanze del club calcistici di B, con riferimento a Perugia e Ternana per l'anno 2014/15, unico disponibile.

di Leonardo Racana

Il 27 ottobre 2016 è stato presentato il report calcio FIGC .Da questo report si evince che il settore calcio nel suo insieme , presenta una perdita netta di 526mln per la stagione 2014/2015 di cui 519mln considerando i solo campionati professionistici.

Se si considerano gli ultimi otto anni: stagione 2007/2008 perdita netta 261mln, stagione 2008/2009 perdita netta 340mln ,stagione 2009/ 2010 perdita netta 347mln stagione 2010/2011 perdita netta 430mln stagione 2011/2012 perdita netta 338mln stagione 2012 /2013 perdita netta 202mln stagione 2013/2914 perdita netta 317mln stagione 2014/2015 perdita netta 519mln si ha un totale 2.804mln di euro. Insomma una centinaio di presidenti anno dovuto sborsare quasi 3 miliardi di euro per alimentare una passione che in altri paesi produce ricchezza e dividendi

La Serie B 2014/2015

I dati analizzati riguardano 19 società su 22 in quanto per Avellino , Crotone e Varese non è ancora possibile reperire il bilancio. Il costo totale è stato di 350mln con una perdita netta di 123mln , solo due società hanno chiuso il bilancio con il segno positivo. Il Trapani 261.378 e il Perugia 28.149 , tutte le altre hanno chiuso con il segno negativo. Maglia nera al Bologna con -28.356.813 seguita dal Catania con - 15.356.900 . Gli spettatori sono stati 3.053.101 pari al 1,4 % della popolazione residente.

Il Perugia ha sostenuto costi per la produzione pari a 9.166.988:  tradotti in 138.959 euro per ogni punto fatto in classifica e ha chiuso il bilancio con un utile di 28.149. Gli spettatori a Perugia sono stati complessivamente 227.511 pari al 1,6% della popolazione residente con un +0,2 sulla media .

La Ternana ha sostenuto costi per la produzione pari a 14.254.558:  tradotti 279.501 per ogni punto fatto in classifica. Il club ha chiuso con una perdita di ( 5.868.729 ),  gli spettatori a Terni sono stati complessivamente 103.376 pari al 2,1 della popolazione residente con un +0,6 sulla media.

Il miglior risultato se si considerano la classifica, i costi sostenuti e il risultato a bilancio spetta al Carpi seguito dal Perugia 13 e Ternana. Il peggior risultato spetta al Brescia seguita dal Catania.

Ad aprile sara possibile valutare i risultati del 2015/16, dato che  il bilancio della passata stagione è stato consegnati un mese fa (il 31/12/2016).

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545