Skin ADV

Fabio Neri: Ringrazio la Ternana, mio padre era un tifoso speciale. Il Curi...(FOTO CERQUIGLINI)

 

"Sinceramente non mi aspettavo un gesto del genere, ma ovviamente mi ha fatto molto piacere e ha ribadito lo spessore umano che c'è in alcune persone di calcio" . A dirlo è Fabio Neri ( nella foto Loris Cerquiglini insieme al presidente Santopadre e padre Mauro), figlio di Osvaldo Neri, il tifoso scomparso durante il derby di andata a causa di un malore, parlando dell'invito ricevuto dal club rossoverde pochi giorni fa. "Ringrazio la Ternana , la signora Costanza della segreteria che mi ha telefonato a nome di tutta la società. Sarò allo stadio Liberati ospite con alcuni miei amici, sperando di assistere ad una bella partita sul campo e sugli spalti" .

Lo choc per la morte del papà è ancora vivo, ma la famiglia Neri è riuscita ad affrontarlo con l'aiuto di tutte le componenti di questo mondo: "Ho sentito forte la solidarietà di tutti i tifosi e della società biancorossa, che in questi mesi non ha mai fatto mancare un pensiero, che si tramuta anche in una semplice telefonata. Il direttore Lucarini e anche Padre Mauro Angelini, che ci è stato molto vicino. La morte di mio padre ha fatto avvicinare due tifoserie da sempre rivali, mio padre era un tifoso speciale e uno sportivo vero . Fosse stato testimone di un evento simile avrebbe fatto altrettanto"

Fabio è tornato allo stadio Curi, sin dalla successiva sfida in casa che il Perugia giocò contro la Spal. "Lo stadio Curi è sempre stata la nostra casa e penso che non sia un caso che mio padre sia mancato proprio durante una partita del Grifo e allo stadio Curi. Mio padre non c'è più e la sua scomparsa ci ha cambiato la vita, ma sono orgoglioso che mi abbia trasmesso la passione per il Perugia, il suo grande amore".

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545