Skin ADV

Bucchi: "Mese determinante, certi errori non si ripeteranno più perché..."(FOTO)

 

 

 

 

 

QUESTE LE PAROLE DI CRISTIAN BUCCHI IN CONFERENZA STAMPA PRE PERUGIA ENTELLA:

"I convocati sono gli stessi di Terni, Rosati deve ancora recuperare la condizione. Lavorerebbe 24 ore, ma non dobbiamo sovraccaricarlo e  dobbiamo consentirgli di recuperare al meglio.
Guberti e Belmonte sono stati un po' acciaccati, ma sono convocati.
La vittoria di Terni ha portato entusiasmo: rimarrà nella storia. Da martedì siamo concentrati sulla gara con l'Entella, partita difficile e importantissima.
Noi non dovremo snaturarci, tenendo in considerazione l'avversario. Loro si difendono con 7 uomini, con Tremolada bravo tra le linee e un attaccante come Caputo, bravo a finalizzare. Dovremo essere corti come siamo stati ultimamente.
Con Guberti , Nicastro e Terrani sono in difficoltà, ma tutto sommato è una fortuna perché sono giocatori con caratteristiche importanti e sono anche uomini importanti. Non è facile escludere qualcuno, ma i ragazzi sono intelligenti. Nicastro sta bene, ma forse non ha ancora i 90 minuti. Deve solo recuperare il ritmo allenamenti e gara.
I ragazzi li ho visti carichissimi, hanno lavorato con passione e divertendosi. La partita di domani è importante per la classifica: se vogliamo continuare a sognare dobbiamo superarle. Gnahore potrebbe giocare dall'inizio, non ci faremo condizionare dalla vicenda tesseramento. Rispetto all' andata siamo consapevoli delle nostre qualità e dei nostri limiti. 
Di Carmine è pronto per uno scampolo di partita, è voglioso. Inizia un ciclo lungo e determinante di partite. Saranno scontri importanti, duri e difficilissimi. Abbiamo bisogno del supporto della nostra gente: in questo momento i nostri tifosi possono farci fare la differenza.
Entrare nei play off sarebbe l'impresa della società, della squadra e dei tifosi. Belmonte adesso sta molto bene, dopo un leggero periodo di appannamento, assolutamente fisiologico. Domenica a Terni ha fatto l'allenatore, ha incitato la squadra e poi è entrato alla grande in partita. Sta bene ed è candidato ad avere il suo spazio, anche per partire titolare.
Solo un centravanti? Non è detto. In futuro quando staremo tutti bene potremmo giocare anche con due punte. Essendoci tante partite dovremo rischiare qualcosa, preferisco rischiare per vincere. Perchè no due punte, perché no due punte e un trequartista. Anche dall'inizio.
La concorrenza interna? Ieri ho letto con piacere le parole di Del Prete: una squadra che capisce che vuole raggiungere un obiettivo importante deve ragionare così. Sentire le parole di Del Prete, l'atteggiamento di Belmonte e Guberti sono la grande soddisfazione di un allenatore.
A Terni subito dopo il gol abbiamo rischiato. Concediamo troppo quando siamo in vantaggio, ma sono sicuro che non capiterà più. Abbiamo fatto una chiacchierata e penso da domani lo vedrete. A Frosinone abbiamo avuto la forza e la sfrontatezza per continuare ad attaccare. A Terni non eravamo stati il solito Perugia. Dopo che si è rotto l'equilibrio ho voluto dare più forza sugli esterni, con Del Prete e Di Chiara che sarebbero dovuti rimanere più alti. In partita accadono delle situazioni che ci portano a pensare ognuno al proprio spazio, con poco coraggio per uscire. Invece abbiamo perso alcune marcature e siamo diventati frettolosi. Sul colpo di testa di Palumbo Volta ha fatto la linea, ma gli altri non lo hanno seguito.
De Laurentiis è un passionario, a volte in negativo e a volte in positivo. A volte si arrabbiava per le sciocchezze, altre volte spezzava la tensione come solo lui sa fare . Nei panni di Sarri sarei rimasto un po' male, però ho letto anche le interviste nel pre partita quando il presidente diceva che far esordire giocatori in quella partita sarebbe potuto essere rischioso, che si sarebbero potuti "bruciare". Forse bisognerebbe trovare il punto di equilibrio tra le due interviste del presidente per capire la verità'".

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545