Skin ADV

Bucchi: Dobbiamo avere mentalità di attacco, Spal rivelazione ma con giocatori da A (FOTO)

 

 

QUESTE LE PAROLE DI CRISTIAN BUCCHI ALLA VIGILIA DI SPAL-PERUGIA:

"I convocati sono gli stessi delle ultime gare, Guberti sta molto meglio e si è allenato regolarmente ieri e oggi. Al Frosinone inizierò a pensarci da domani sera, adesso abbiamo la Spal e dobbiamo ragionare giorno per giorno. Il campionato ha grande equilibrio, la lotta play off si è allargata a 12 squadre e la lotta salvezza rischia di allargarsi.

La Spal è una bella rivelazione perché a luglio nessuno  immaginava potesse essere protagonista, ma la Spal sta facendo un progetto di continuità e nel salto di categoria hanno migliorato alcuni ruoli, con dei giocatori come Antenucci e Floccari che sono da A. In passato ci sono state squadre che hanno fatto lo stesso percorso. Il Benevento ha cambiato di più, trovando dei giocatori che in questa categoria spostano gli equilibri. Queste società hanno lavorato con chiarezza e strategia e stanno raccogliendo il frutto del lavoro. 

Nei primi 15 minuti la Spal è quella che segna molto, partono molto forte per poi rallentare e affondare nel finale di ogni tempo.Hanno tante soluzioni e giocatori con caratteristiche diverse. Quest'anno hanno molta tecnica con atleti come Floccari, Zigoni e Antenucci che escono fuori per far entrare i compagni. Non mi faccio condizionare certamente dal fatto che Semplici contro di me non ha mai vinto perché ogni partita ha una storia a se. 

Contro l'Entella non abbiamo fatto bene, però ci ha dato delle indicazioni giuste per poter crescere. Forse ho utilizzato male qualche giocatore in attacco, sicuramente però queste cose non devono diventare un alibi. Un giocatore quando non riesce ad entrare nel gioco può tranquillamente andare a cercarsi la palla. Nessuno ha fatto movimento per liberare gli spazi, nei movimenti davanti. Sicuramente è anche colpa mia se qualcosa non è andato.
In questi giorni abbiamo provato a giocare con le due punte: Forte Di Carmine Nicastro e Mustacchio non li abbiamo avuti mai insieme, non appena avremo tempo di provare potrebbe essere una soluzione.
La scelta di Gnahore era tesa a trovare una sintesi tra struttura e tecnica. È ovvio che il ragazzo ha bisogno di tempo per trovare la condizione perché in quest anno ha giocato pochissimo, per questo l'ho fatto schierato dall'inizio perché adesso c'è bisogno di tutti. Stesso discorso per Fazzi e altri ancora perché non posso permettermi di  avere giocatori con 20 minuti e basta.
Inoltre c'è bisogno che tutti si sentano partecipi di questa squadra: In mezzo al campo abbiamo tutti i giocatori in buone condizioni e quindi posso scegliere a seconda del tipo di partita. Dovevamo arrivare però a questo momento, per esempio Di Carmine domani giocherà perché deve raggiungere la condizione. E poi Forte non vivrà la partita senza sapere di essere sostituito. Anche Del Prete giocherà.

In questo ultimo terzo di campionato voglio vedere grande coraggio, non dobbiamo subire la partita. Anche nei momenti di sofferenza voglio vedere la mentalità di attacco, cioè di ripartire per fare male
In certi momenti si possono trovare difficoltà , come tutte le squadre d'altronde: ma il coraggio in passato ci ha reso speciali e questo coraggio dovremo esibirlo sempre.
Fisicamente stiamo benissimo, con l'Entella abbiamo corso più che con Ternana e Brescia. Sabato scorso ci sono mancate la soluzione e il movimento.
Noi dobbiamo raggiungere la nostra maturità, ci sono squadre che la raggiungono subito, altre strada facendo come il Frosinone. Siamo ancora vicinissimi al secondo posto, ma dobbiamo guardarci anche alle spalle: la continuità è fondamentale.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545