Skin ADV

IL PUNTO: Vittoria a Novara grande segnale, ecco perché. Il bel gioco...

 

 

 

Come cambia pelle il Perugia: potrebbe essere una sintesi per descrivere il momento dei grifoni dopo il successo di Novara, importantissimo in chiave play off.

Dalla vittoria contro il Benevento è passato più di un mese e sei partite, in cui sul piano del gioco solo nei primi venti minuti contro il Pisa il Perugia ha giocato bene e divertito.

Ma ora tutto questo non sarà quasi più possibile, perché il campionato è entrato nella sua fase cruciale e vedere belle partite sara sempre più difficile. Inoltre le gare ravvicinate, la stanchezza fisica e mentale, i continui spostamenti da una parte all'altra dello stivale e anche, perché no,  gli avversari che hanno imparato a conoscere il gioco di Bucchi sono ulteriori elementi che vanno ad incidere.

 In  questo periodo però il Perugia ha ottenuto due vittorie, tre pareggi e solo una sconfitta contro quella che  è considerata  squadra più in forma del campionato, il Trapani di Calori,. E se non fosse arrivata quella sfortunata disattenzione contro il Pisa nel finale, il Perugia avrebbe vinto anche quella gara. Senza considerare che contro l'Ascoli ha pareggiato si, ma giocato metà gara in inferiorità numerica.

Questo per dire che forse il Perugia si sta adeguando, suo malgrado, al "gioco sporco" di questo finale di campionato e l'aver vinto partite come quella contro il Novara  e il Vicenza deve essere considerato un merito e non una fortuna. 

Se il Grifo sarà in grado di cambiare pelle fino in fondo e diventare cinico al punto di qualificarsi per i play off e vincerli non lo sappiamo, ma non si può negare che questa squadra stia cercando di andare oltre le sue possibilità e la sua migliore attitudine, il bel gioco che i ragazzi di Bucchi hanno fatto vedere per tutto il campionato.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545