Skin ADV

VOLLEY, Sirci: "E' stato un successo di squadra e annuncio che Zaytsev resterà con noi " (FOTO)

 

 

 

 

 

QUESTE LE PAROLE DI GINO SIRCI PRESIDENTE DELLA SIR SAFETY VOLLEY:

"Siamo contenti noi gente di campagna a fare scuola in città. Gli organi europei e mondiali ci hanno ringraziato, perché siamo riusciti a organizzare uno spettacolo anche organizzativo e siamo pronti a tuffarci in un'altra avventura. E' il successo anche per il nostro staff, non solo Gino Sirci.

107 TV collegate in tutto il mondo, per un pubblico numerosissimo che noi definiamo record, uno spot pubblicitario anche per gli sponsor che c'erano dietro. Il nostro title sponsor è rimasto molto soddisfatto, anche per le grafiche che siamo riusciti a mettere durante la partita tra la gara e i rallenty. DHL ci ha permesso di fare le cose con maggior serenità, anche per il catering offerto al pubblico, sia a livello visivo che sonoro.

E' stato un successo delle persone della Sir Safety Conad Perugia, che si sono sacrificate giorno e notte per la riuscita di questo evento. Perugia ha riscosso e riscutendo grande simpatia: con giocatori forti e simpatici e con un allenatore famoso, situazioni che ci fanno essere forse la società più amata d'Italia. Nella parte boreale dell'emisfero i nostri tifosi, i  sirmaniaci, sono il pubblico più bello e corretto e stanno riscuotendo sempre più adesioni. Dal PalaGiontella siamo arrivati al Palalottomatica, passando per una bellissima realtà, ma non certo una metropoli, come Perugia. Abbiamo raccolto mezzo milione di euro di incasso, con 8200 abbonati, un record. Il prezzo del biglietto valeva lo spettacolo offerto, con 40 mila euro di incassi da merchandising. Inoltre la sicurity, che era di altissimo livello, ci ha riconosciuto la bontà delle nostre scelte. Leon è fortissimo, ma chi ci ha fatto a pezzi è Mihajlov che, rispetto all'anno scorso, è stato il valore aggiunto.

Per l'anno prossimo dovremo avere più bocche da fuoco ad attaccare. Forse siamo stati un po' appagati dopo la semifinale, ma alla squadra dò un bel voto perché avevamo il timore di fare la finaletta. Kazan sono degli alieni e noi siamo dietro di loro. La squadra sarà rinforzata, anche Recine sicuramente farà parte del nostro staff, anche se bisogna metterci d'accordo per il ruolo che dovrà svolgere. 

Un'iniziativa a Perugia? Dipende anche dall'amministrazione, il progetto Rpa va ancora alla lunghe. L'assessore Prisco e il Sindaco Romizi devono decidere a fare l'ampliamento del palazzetto, anche se questo costerà qualcosa anche in termini burocratici. Con 5000 posti c'erano gli spazi per fare la Champions a Perugia. Altrimenti ci dovremo accontentare dei soliti concerti. Gli spicchi si possono chiudere con una spesa di 3-400 mila euro e aprirebbero la possibilità a tantissimi eventi. Il palazzetto deve essere una cosa bella, come una discoteca e un ristorante. La Champions a Roma  è stata una bella festa perché è stata fatta un posto fico. A Perugia il palazzetto diventerebbe un monumento che darebbe lustro alla città. Se avessimo 5000 posti sono sicuro che lo riempiremmo.

Ho saputo che Prisco era a Roma, sono sicuro che vedere quello spettacolo gli avrà insegnato qualcosa.

Zaytsev rimane con noi e rinnoverà anche altri due anni: il nostro è un percorso di crescita   Quest'anno per lui è stato un po' di assestamento, se avessimo avuto tutti a disposizione e con Russell e Birarelli a pieno servizio avremmo potuto fare ancora di più.Lucas è sicuramente un bel ragazzo, il problema che non abbiamo gli italiani. Di Podrascanin siamo soddisfatti. Vedremo, dobbiamo avere tre italiani e Zaytsev non ce lo dobbiamo far sfuggire. Birarelli e Buti? Bisogna capire la loro velleità e le condizioni fisiche. 

Il libero? Cercheremo di migliorarci, ma non è facile perché i migliori sono tutti occupati.Ci serve un centrale per migliorare ulteriormente la squadra.

Bernardi? Ha il contratto per due anni fa, anche se è uscita una cosa che non sarebbe dovuta uscire.

STEFANO RECINE: La gente è rimasta sbalordita, siamo stati dei dilettanti di altissimo livello, la passione fa sempre la differenza. Anche la polizia ci ha fatto i complimenti, un evento di portata europea. Sarò sempre grato a questa società per l'opportunità che mi ha dato, indipendentemente da quello che succederà in futuro.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545