Skin ADV

PAGELLE: Brignoli fenomenale, bene i baby e Alhassan (FOTO CERQUIGLINI)

BRIGNOLI 7 Al 13' - con la difesa slegata su una ripartenza ligure - è già decisivo con i piedi su un rigore in movimento di Granoche. Gioca alto per accorciare il campo e al 24' sembra Baresi nell'anticipo fuori area ancora sul 'Diablo' che poi, un minuto dopo, sbeffeggia dopo con una 'gambeta' alla Carrizo. Anche in area è padrone e tra i pali è monumentale al 62', quando respinge il destro a colpo sicuro scagliato in mischia da Terzi. E al 90' altra uscita da applausi con anticipo e dribbling sullo scatenato Granoche. L'ultimo sigillo al 96' su Giannetti: prestazione 'monstre'. 

DOSSENA 6,5 Sbanda all'inizio come il resto del reparto, che con il tempestivo passaggio alla difesa a quatteo ritrova il suo equilibrio. Ne beneficia anche lui che fa il suo, senza sbavature e al 65' si sacrifica prendendosi il giallo per frenare una pericolosa ripartenza dopo un mancato scambio tra Acampora e Ricci. Chiude coi crampi. 

MANCINI 6,5 In avvio non legge bene il mivimento di Granoche e lo tiene in gioco concedendogli la conclusione poi respinta dal palo. Incassa il colpa e torna a mostrare i muscoli e argina il centravanti che lo aggira di nuovo solo al 60', quando Del Prete ci mette una pezza. 

DEL PRETE 6,5 Centrale di sinistra in avvio pare già troppo concentrato sui suoi compiti per dedicarsi anche a guidare i due giovani compagni contro il temibile tridente spezzino. Riportato a destra nel suo habitat sfodera invece una prova da capitano e di sostanza, fatta di corsa, cross ed esperienza. Al 60' chiusura provvidenziale su Granoche. Un minuto dopo finisce ko. (dal 61' MONACO 6 Recuperato in extremis, non si tira indietro e nel finale fa da guardia allo stremato Dossena, liberando l'area senza fronzoli quando serve). 

MUSTACCHIO 5,5 Non è in una delle sue giornate migliori, frenato anche dai compiti difensivi assegnati dal tecnico non brilla e non trova mai lo spunto. All'85' ha sulla testa la palla della vittoria sotto la Nord, ma non riesce a incrociare nè a dare forza alla conclusione. 

GNAHORE 6 Dopo una ventina di minuti inizia a lamentare un problema fisico e gioca col freno a mano tirato, ma non molla. Pur compassato se la cava con tecnica e senso della posizione ma dopo il riposo alza bandiera bianca. (dal 46' RICCI 6 Il Perugia inizia la ripresa più aggressivo e determinato ma il giovane regista non riesce a incidere davvero. Con il Grifo incerottato la gara è però difficile e lui dà comunque il suo contributo). 

ACAMPORA 6,5 Nei panni dell' ex non perde comunque mai lucidità e con l'altro mediano finito presto 'in panne' si sobbarca uno sfiancante doppio compito, macinando chilometri e sempre ad alti giri. Tampona, sale in pressing e si abbassa per far partire l'azione limitando per questo percussioni e inserimenti. 

ALHASSAN 6,5 Rispolverato dal Museo del Grifo dopo gli 88' della prima di campionato a Cesena e i 120' di Coppa in casa del Genia, il 24enne ivoriano si mette a servizio della causa senza mostrare i segni della ruggine. Al 40' cerca addirittura (con scarsa fortuna) il gol da centrocampo e resta in campo fino alla fine portando a termine una gara senza sbavature. 

DI NOLFO 6,5 Che non gli mancasse la personalità lo aveva già fatto vedere negli spezzoni giocati, e non solo per il gol-capolavoro contro il Genoa a Marassi. Come nel derby di andata Bucchi punta a sorpresa su di lui che non si fa sfuggire l'occasione. Trequartista dietro Forte, danza tra le linee aversare dettando scambi con tempi giusti e la naturalezza del giocatore navigato. Quando può prova lo spunto come a metà del primo tempo: tunnel a Migliorini e sinistro che sfiora l'incrocio. Bucchi a inizio ripresa lo richiama in panchina ed esce tra gli applausi. (dal 55'st DI CARMINE 6 Assente da tre gare dà subito vivacità all'attacco e al 68' va via a Terzi costringendolo al giallo. Su quei pochi palloni che arrivano davanti le prova tutte, compreso un impossibile 'scorpione' da terra. Nel recupero cerca invano due volte il rigore in contatto con Valentini: proteste per il secondo intervento (al limite): proteste e giallo pesante, perché era diffidato e salterà la trasferta di Latina). 

GUBERTI 5,5 Non ha la forma smagliante dei mesi precedenti ma non trova praticamente mai la giocata vincente che ci si aspetta da un talento come lui. Solo al 48' scalda i guanti di Chichizola su una punizione tirata a giro col destro. Troppo poco. E nel finale è poco reattivo su una palla vagante in area e consegna una punizione potenzialmente pericolosa tra le braccia di Chichizola). 

FORTE 5,5 Sempre solo contro i centrali spezzini e a corto di rifornimenti lotta disarmato come un cane che abbaia legato alla catena senza poter mordere. Appena entra Di Carmine sembra svegliarsi e costringe Mastinu al fallo di ammonizione, ma è solo una fiammata. 

ALL. BUCCHI 6,5 "L'emergenza? Useremo la fantasia" aveva detto e alla fine sceglie con coraggio la freschezza del giovane Dossena, rinunciando ai convalescenti Volta e Monaco. Tempestivo nel leggere le difficoltà iniziali - rinnegando dopo un quarto d'ora il 3-4-2-1 per passare alla difesa a quattro - senza gli squalificati Di Chiara, Dezi e Brighi e con Nicastro non al meglio ripesca il disperso Alhassan e si gioca (bene) la carta Di Nolfo dal primo minuti. Nonostante le difficoltà la squadra dimostra di esserci e così nella ripresa prova a vincere la partita a scacchi con Di Carlo spedendo il redivivo Di Carmine al fianco di Forte. Non ci riesce e alla fine è costretto ad accontentarsi di un punto che mantiene il Grifo al quarto posto e - in attesa di Frosinone e Verona - e a 180' dalla fine del campionato lascia ancora speranze di playoff.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545