Skin ADV

IL PUNTO: Basta critiche, il Grifo di Bucchi merita rispetto (FOTO)

Dopo Latina, come già accaduto altre volte in questa stagione, sono state diverse le  critiche rivolte al Perugia  leggendo i social network , qualcuna anche di cattivo gusto. Perché giudicare una squadra senza valutare attentamente in quali condizioni è scesa in campo? Francamente non conosciamo le ragioni e ci viene da pensare che a caldo si faccia fatica a ragionare con la giusta serenità.

A Latina Cristian Bucchi ha schierato una formazione di grande emergenza, tanto da essere costretto a mandare in campo alcuni giocatori fuori ruolo ( Del Prete) e altri in condizioni precarie (Monaco): non era insomma il solito Perugia. Per consolarci basterebbe fare un bilancio con le ultime tre gare del girone di andata, quando nelle stesse condizioni i ragazzi di Bucchi racimolarono un solo punto in tre partite mentre oggi il bilancio è di un punto in più con una partita, quella contro Salernitana, ancora da giocare.

Bucchi è stato criticato anche per le dichiarazioni rese a fine match. Cosa avrebbe dovuto dire ? Attaccare i suoi ragazzi forse? Non considerare tutte le defezioni e gli incidenti subiti anche a partita in corso? Non apprezzare la disponibilità ricevuta da chi è sceso in campo fuori ruolo o in precarie condizioni?

Bucchi prima di tutti avrebbe desiderato una prestazione migliore e vincente, ma non ha la bacchetta magica ed è apparso evidente che gli errori che sono costati la vittoria al "Francioni"siano stati causati dalla grandissima emergenza che ha messo in difficoltà strutturale e individuale la squadra.

Altro tema la corsa play off: a chi sostiene che bisognerebbe ringraziare Benevento, Carpi e Cittadella ci sentiamo di rispondere  che il campionato  non si è deciso solo nella giornata di ieri e che anche queste squadre dovrebbero ringraziare  il Perugia che contro Frosinone e Verona ha preso sei punti su dodici

Piuttosto dovremmo preoccuparci di capire come stanno i giocatori indisponibili, perché con loro a disposizione (Volta, Gnahore, Di Carmine, Mancini, Belmonte ecc) il Perugia alzerebbe di sicuro il suo livello di competitività. Non facciamoci del male da soli quindi e proviamo a guardare i fatti con un po' di sportività e senza romperci la testa.

Infine il Latina: la squadra di Vivarini non non merita questa situazione di classifica: lo ha dimostrato una settimana a Brescia  e lo dicono anche i numeri  delle ultime cinque gare disputate (sconfitta di misura interna con la Spal, pareggi con Ascoli, Brescia e Perugia, vittoria a Chiavari).

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545