Skin ADV

Bucchi: Conta solo vincere, Salernitana se la giocherà (FOTO CERQUIGLINI)

 

QUESTE LE DICHIARAZIONI DI CRISTIAN BUCCHI ALLA VIGILIA DI PERUGIA-SALERNITANA:

"Mettiamo un punto e ripartiamo da qui. Gli indisponibili sono Volta e Gnhaorè ma credo che da venerdì mattina torneranno in squadra. Fazzi si riaggregherà alla squadra domani. Gli altri tutti convocati, compreso Brighi.

Dobbiamo solo pensare a vincere, senza guardare gli altri e pensare che la partita è importante e come questa, le prossime; dobbiamo cercare il posizionamento migliore per chiudere il campionato nel migliore dei modi. Siamo sempre stati nelle zone alte e voglio una prestazione importante da parte dei ragazzi. Le motivazioni da parte loro non mancano e siamo fortunati ad avere ancora partite da giocare, rispetto ad altre squadre che andranno in vacanza.
Nella partita con Il Latina se avessimo avuto qualche giocatore con più esperienza, forse avremmo gestito le cose in modo migliore, raccogliendo di più e blindando il quarto posto. Non dobbiamo comunque buttare via questi risultati comunque positivi.

La Salernitana? È una squadra che come organico avrebbe potuto giocarsi un posto nei playoff se non fosse partita male. Hanno giovani interessanti uniti a giocatori con più esperienza e verranno a fare una partita molto quadrata; hanno ancora una piccola speranza per i playoff e verranno quindi a giocarsela.
Saltare il preliminare ci consentirebbe di recuperare tutti gli infortunati e anche i giocatori non al top della condizione, risentono di queste partite ravvicinate; possiamo recuperare energie e mettere benzina dentro. Non pensiamo ai risultati altrui.Dopo un'annata deludente come l'anno scorso, sono sicuro che ci sia molta voglia di riscatto.

Non ho mai voluto un premio playoff ma solo un premio promozione nel mio contratto e spero di incassarlo.

Per quanto riguarda il modulo, la difesa a tre è un'opzione sempre valida, anche in corso partita; per domani però, non sapendo ancora chi scegliere, torneremo all'idea primaria che è spesso venuta meno a causa degli infortunati ma ci ha dato e ci da molta sicurezza.

Che aria tira? Non c'è quell'entusiasmo che dovrebbe esserci. Non dobbiamo pensare alle partite passate ma guardare a quelle che verranno, tutti insieme e uniti per l'obbiettivo. Io questo stadio me lo sono vissuto da giocatore e si vinceva sempre grazie all'ambiente anche contro Juventus o Milan.

Come tutti gli allenatori ho delle responsabilità sugli errori commessi nelle partite; io ho sempre parlato dell'equilibrio, una qualità che noi abbiamo sempre avuto. Abbiamo peccato magari di inesperienza, non abbiamo creduto nelle nostre potenzialità e c'è stata anche un po' di sfortuna, che comunque ha cambiato volto in modo positivo nel girone di ritorno. Il Perugia ha fatto complessivamente più cose positive che negative in questo anno e arrivati ad oggi, non abbiamo più tempo di fare processi. Nell'ultimo periodo abbiamo avuti risultati altalenanti con partite non all'altezza ma io sono comunque ottimista. È normale che dopo Latina c'è un po' di scoraggiamento ma servirà a fare bene; i ragazzi vogliono sentirsi riconoscere il fatto di aver blindato i playoff e di riportare magari il Perugia in Serie A e non sentirsi dire di dover ringraziare il Benevento o il Cittadella. La squadra é carica e ha voglia e io sono molto entusiasta.

Terrani o Guberti? Alle volte vorrei farli giocare entrambi insieme e altre li vorrei lasciare fuori; il primo ha grandi capacità e brillantezza mentre il secondo ha perso un po' di condizione ma ha trainato la squadra per molto tempo. Quindi valuteró. Sono molto contento anche di Di Nolfo.
Nicastro? Speriamo di rivedere il giocatore dell'andata ma c'è bisogno di tempo. Stessa cosa è successa per altri come gli innumerevoli problemi dei vari Di Carmine, Gnahorè o Del Prete. (C.P.)

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545