Skin ADV

PUNTO: Il Grifo gioca già a memoria, ecco perchè. Cerri in salsa Dzeko. Il mercato... (FOTO)

Roberto Goretti e Federico Giunti hanno seguito il match di Chiavari uno accanto l'altro.Un pò come accadeva in quella squadra che conquistò la serie A nel 1996 dove in campo tutto sembravba riuscire alla perfezione. Questo Perugia travolgente che fa quattro gol in coppa a Benevento e si ripete schiantando l'Entella a domicilio ha questa alchimia che aveva la squadra di Galeone: anche se i giocatori stanno  insieme da poco tempo hanno già trovato una sintesi perfetta tra di loro.

Cerri che scarica la palla a Brighi, che trova subito Zanon, che va da Colombatto e sa di trovare a pochi metri l'appoggio di Terrani e Han oppure la soluzione esterna verso Bandinelli che richiama Belmonte. Questo è successo a Chiavari all'esordio di campionato e con un a facilità disarmante.

Se l'Entella sia stato davvero poca cosa o il Perugia superlativo lo scopriremo solo vivendo, i numeri però non mentono mai ed i numero diconmo che il Perugia ha segnato 11 gol in tre gare ufficiali, segno di un potenziale offensivo e di una strapotere tecnico sugli avversari evidente. Ma sarebbe sbagliato ricondurre il tutto alla qualità dei singoli, perche come sottolineava anche qualche addetto ai lavori presente in tribuna  nessun singolo, seppur bravo, saprebbe esaltarsi se non in un contesto di gioco ben definito. Ed è ppropio per questo che parliamo di alchimia, della capacità dei giocatori di trovarsi subito, come se giocassero insieme da tanto tempo. Insomma il Perugia ha veramente stupito soprattutto per la velocità con cui si sono inseriti a nuovi, come se Goretti e Giunti sapessero già cosa si sarebbe verificato.

Ovvio che la vetrina spetti al nord coreano  Han per la fantastica tripletta con cui ha bagnato l'esordio in campionato. Il giovanissimo attaccante ha potuto vivere una grandissima giornata anche grazie ai compagni di squadra, che come lui giocano a due tocchi premiando   quello libero, sempre alla ricerca dello spazio . Semmai di Han ha stupito la freddezza con cui è andato a segno e la capacità di andare a fare un gol, il secondo, da prima punta vera che conquista la seconda palla al limite dell'area e di potenza va via agli avversari prima di calciare con un preciso rasoterra di destro.

Piu difficile sarà però giocare con gli spazi piu intasati, soprattutto in casa, anche se a Chiavari i grifoni sono stati bravi anche in questo, trovarlo con la difesa schierata grazie soprattutto all'abilità di Cerri, un attaccante atipico perche ha stazza ma anche qualità e velocità di esecuzione e le cui caratteristiche sembrano qmoltoi simili al romanista Dzeko.

E il mercato non è ancora concluso, perche oltre a Falco e e un secondo portiere , arriverà probabilmente anche un giovane terzino, da far crescere piano piano. E poi semmai anche un'altra punta qualora arrivasse l'offerta giusta per Di Carmine, che il Perugia  sacrificherebbe però solo a peso d'oro. In stand by anche Mustacchio, non incedibile ma solo a fronte di una buona offerta, mentre usciranno Guberti e Rizzo.

Il buongiorno si vede dal mattino e l'alba di questo campionato è a tinte biancorosse.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545