Skin ADV

Grifo, il mercato perfetto. Ora la palla passa ai protagonisti...ed ai tifosi (FOTO)

 

Il Perugia come Andrea Dovizioso e la sua Ducati in testa al Mondiale del motoGp.

Alla vigilia della seconda giornata di campionato e a pochi istanti dalla chiusura del mercato sembra avere, come si dice in gergo motociclistico,  la moto " apposto" per disputare un  campionato di B con tante aspettative

Molti operatori di mercato solo qualche giorno fa avevano piazzato i grifoni in seconda fascia, ma le operazioni portate a termine da Roberto Goretti e Marcello Pizzimenti e i primi risultati sul campo autorizzano a sognare.

La squadra è decisamente migliorata e vi spieghiamo perche: è vero che ha perso due dei migliori interpreti  dello scorso campionato (Dezi e Brignoli), ma l'attacco è spumeggiante  e a centrocampo ci sono un regista vero (Colombatto) e diverse alternative di grande livello.

Non è arrivato il terzino sinistro d'esperienza, ma Belmonte sta dando grandi garanzie e Coccolo è un profilo di ottime prospettive, non a caso la Juve (come l'Atalanta) continua a mandare i migliori giovani a Pian di Massiano. 

Il ds è riuscito a portare a termine il progetto triennale, iniziato con Bisoli e con l'arrivo di quei giocatori che costituiscono lo zoccolo duro della squadra (Rosati, Belmonte, Volta) facendo plusvalenze importanti  (Drole, Zebli e Di Chiara) e andando a prendere alcuni giocatori che in B sono un mix di profili pronti a esplodere (Han e Cerri) e assolute garanzie (Falco, Bianco, Bandinelli, Emmanuello, Zanon e Colombatto).

Per chi continua  a storcere il naso per altri prestiti vi spieghiamo perche , anche in questo caso,  il Perugia ha ragionato benissimo. Cerri e Han sono due giocatori che potrebbero esplodere da un momento all'altro (Juve e Cagliari lo sanno benissimo), ma sono arrivati a Perugia con un entusiasmo tale che è come se  fossero veramente del Grifo.

Logica anche l'operazione Falco: il giocatore sarà riscattato in caso di promozione e la circostanza cela la volonta reciproca di scommettere sul salto nella massima serie.  L'operazione rappresenta  una rassicurazione per l'altleta visto che  in passato (specie dopo la vittoria della Lega Pro) Santopadre e Goretti hanno cambiato legittamente cambiato strategia una volta raggiunto l'obiettivo, anche arrivando al braccio di ferro con alcuni giocatori contrattualizzati.

Non sono mancati gli investimenti in prospettiva: la societa ha acquistato i cartellini di alcuni giovani interessanti, prendendo un altro coreano promettentissimo (Choe) e il rumeno Berci, oltre a Yanis Frick, di cui oggi nessuno parla, ma che sente la porta come il celebre papà. Senza considerare Terrani e Monaco, che oggi sono titolari e potenziali portatori  di plusvalenze.

In difesa c'è Zanon, che con tutto il rispetto dei vice Del Prete che si sono avvicendati in questi ultimi anni è altra cosa,  tanto da essere considerato un titolare.

Dimenticavamo: i giocatori considerati in esubero sono stati ceduti tutti, un "en plein" che in passato non era mai riuscito.

La societa ha resistito infine alle sirene per Di Carmine: il giocatore sarebbe stato sacrificato solo a fronte di offerte irrinunciabili, visto che Samuel è uno di quelli che non tradiscono mai e sarebbe stato difficilmente sostituibile. Il Perugia ha fatto anche un piccolo sacrificio extra, adeguandogli il contratto rinnovato quattro mesi fa.

Ora la palla passa ai giocatori e a Federico Giunti, che pero in perfetto stile Allegri non puo essere che felice del lavoro della societa, visto che l'organico e di grande qualita e ricco di alternative, come la Juve di super Max.

Domenica sera inizia il grande divertimento che tutti sperano: ai tifosi spetta l'ultimo passo, venire allo stadio, inserire il gettone e accendere la giostra.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545