Skin ADV

PUNTO: I segreti del progetto, Giunti come voleva Santopadre. Qualche acciaccato perchè...(FOTO CERQUIGLINI)

Grifotube lo ha sostenuto anche in tempi non sospetti,  quando ancora il mercato del Grifo stentava a decollare e in città serpeggiava già un po' di preoccupazione. Il Perugia che sarebbe stato costruito da Roberto Goretti, Marcello Pizzimenti e Massimiliano Santopadre sarebbe stato ancora più forte e competitivo.

Lo immaginavamo perche questa  società lo ha dimostrato sempre con i fatti , con la sua politica e con il lavoro svolto in questi anni si è conquistata la considerazione di alcuni club di massima serie che hanno trovato il progetto tecnico del Perugia ideale per far crescere alcuni giovani. Non solo: le plusvalenze maturate negli ultimi mesi hanno consentito di trattenere tutti o giocatori migliori (specie in difesa, cardine del progetto tecnico) e acquistare a titolo definitivo atleti come Bianco e Zanon che allargano la base dei giocatori titolari.

La scelta di Federico Giunti inoltre si sta rivelando la ciliegina sulla torta: "Chicco "non sta accusando minimamente il salto di categoria e sta gestendo alla grande la rosa.  Di lui colpisce la capacità con cui ha proseguito e migliorato il lavoro di Bucchi dal quale aveva ereditato un organizzazione difensiva diversa rispetto a quella impostata inizialmente da Bisoli (difesa bassa) anche se rispetto al suo predecessore  ha però stravolto la fase offensiva , rispolverando la figura del tre quartista classico dietro alle due punte, scelte  da Goretti in maniera oculata per contribuire in tutte le fasi (difesa, attacco e ripartenze). Ha poi intuito immediatamente l'asse portante del nuovo Grifo, Volta in difesa, Colombatto in mezzo e Han davanti.

Chicco  sta inoltre dimostrando una lucidità incredibile nello scegliere nei ballottaggi chi poi in campo farà la differenza, come Buonaiuto sabato contro il Parma invece di Mustacchio. Senza considerare l'intuizione Pajac, arrivato nel pacchetto Han Colombatto e trasformato in appena due partite in un terzino di grande affidabilità, di grande gamba e con un piede sublime. Insomma come accennava Santopadre in fase di presentazione ha già portato, con le sue scelte (Han, Buonaiuto e l'intuizione Pajac) diversi punti in più. 

In questa orchestra perfetta si è inserito il pubblico, che ha "adottato" Rosati capendo che il portiere è il giocatore che aveva più bisogno di sostegnop: Rosati, anche per questioni caratteriali (è un ragazzo molto sensibile),  ha bisogno di sentirsi apprezzato e incoraggiato, invece che criticato al minimo errore, per tornare ad essere il giocatore apprezzato due stagioni fa.

Unico neo qualche problemino muscolare  che potrebbe però essere considerato il prezzo da pagare per una partenza così importante anche dal punto di vista fisico. Una scelta che potrebbe essere stata anche calcolata, essendo la rosa abbondante e di qualità.

Tre partite in sette giorni sono tante e richiedono un grande dispendio di energie mentali e fisiche. La vittoria contro il Parma è però fondamentale per l'autostima e l'entusiasmo, il doping naturale nello sport.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545