Skin ADV

Moviola del primo gol: ecco perchè Rosati non ha responsabilità (FOTO)

 

 

 

Grifotube ha analizzato con l'ausilio delle immagini e interpellando alcuni esperti alcuni episodi decisivi del match: uno su tutti il corner di Mammarella (il miglior esecutore sui calcio piazzati della B) da cui è scaturita la prima rete della Pro Vercelli.

La posizione di Antonio Rosati, almeno dal punto di vista tecnico, è giusta in quanto il portiere è posizionato tra il centro della porta e il secondo palo. Marcando il Grifo a zona (parole di Giunti) il primo palo è coperto da Bandinelli e Di Carmine, che avanzando lasciano la propria posizione attratti dal movimento dell'avversario. Il castello difensivo del Perugia, gergo tecnico per definire il posizionamento a zona sui corner , è formato da otto uomini in quanto due sono giustamente costretti ad andare verso Memmarella ed il suo compagno nella zona della bandierina.

Si può  disquisire se sia giusto o meno adottare la zona integrale o effettuare zona mista, ma questo è  altro argomento. Certo è che per la zona totale una squadra dovrebbe avere grandi saltatori.

Scavalcati  dalla palla Rosati non può far altro che intervenire alla disperata, non riuscendo nell'intento.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545