Skin ADV

Grifo verso Udine, Breda: Occasione da sfruttare (FOTO CERQUIGLINI)

 

"Non andremo in Friuli a fare la vittima sacrificale ma a giocarci la partita, perchè anche se la qualificazione sembra proibitiva ci sono altri fattori che ci possono aiutare a  crescere come dinamica di gruppo".

Questo il pensiero dell'allenatore del Perugia in conferenza stampa. Poi chiarisce quali sono questi fattori per cui, al di là del risultato il Perugia ha solo da guadagnare."Innanzitutto la possibilità di vedere all'opera chi in questi primi mesi ha giocato meno. Poi il fatto che loro adottano un modulo che sono convinto troveremo anche contro l'Ascoli. E infine la possibilità di poter sperimentare nelle fasi della gara, letture diverse che a Terni non abbiamo dato anche a causa del campo pesante".

I motivi per rendere interessante questo incontro quindi ci sono. A casa restano Volta, Monaco che ha appena smaltito la febbre e Del Prete perchè da novello rientrante non è il caso di spremerlo troppo. "Non sarà una formazione di seconde linee- continua l'allenatore - ma una formazione nel nome dell'equilibrio. E' una grande occasione-ripete- per chi ha giocato meno". Anche se alle sorprese ci crede poco, Spal e Cagliari non fanno testo:"Ho visto le formazioni, erano chiaramente disinteressati alla coppa. Oddo purtroppo non la pensa così. E' appena arrivato ed ha bisogno di vedere i suoi al massimo. Ciò non toglie che noi dovremo essere bravi a prendere tutto quello che potremo da questa gara".

Probabile formazione: Rosati, Zanon, Dossena, Belmonte Pajac. In mezzo ancora Colombatto affiancato da Emmanuelo e Bianco. Falco trequartista con Cerri e Mustacchio di punta. (Moreno Castellani)

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545