Skin ADV

Breda: Partita per cambiare obiettivi, il gemellaggio...(FOTO CERQUIGLINI)

 

 

Più che una certezza sembra una speranza quella di Roberto Breda alla vigilia della trasferta di Salerno. Indubbiamente il suo Perugia dei piccoli passi di sicuro fermo non è rimasto dal suo arrivo. E quindi l'equilibrio tanto invocato l'allenatore lo porta anche in conferenza stampa. "Il finale contro l'Ascoli ha dato segnali ma tutti devono sentirsi lo stesso protagonisti" chiaro il riferimento a Falco e Cerri che spingono per una maglia. "l'atteggiamento di Falco-dice Breda- è legittimo e giusto. Si è sempre allenato bene e vuole spazio, perchè è abituato ad essere protagonista. Sta a me trovare la soluzione".

E su Cerri? "Non è vero che non lo vedo titolare. Con me è partito subito al centro dell'attacco. Poi è arrivata la squalifica e la partita col Carpi. Come si fa a cambiare un attacco che segna cinque gol? Ma da qui alla fine del mese ci attendono impegni importanti con tempistiche poco normali e quindi sarà necessario pensare a fare i punti piuttosto che al come". Perchè cuore e sentimento col calcio giocato c'entrano poco.

Anche per l'allenatore che a Salerno è legato a filo triplo. "Ma domani non conterà niente-dice- anche se la rottura di quel gemellaggio fra i tifosi ancora mi dispiace. Scaturì da un episodio di campo che in campo sarebbe dovuto rimanere. Perchè quella di Salerno è una tifoseria che con Bari e Perugia rappresenta qualcosa che in categoria non c'è". E allora visto che si parla di tifosi la domanda sul momento fra squadra e tifoseria è d'obbligo. "Questo stato d'animo l'ho percepito subito, dal primo giorno e mi dispiace. Dico solo che quando giocavo venire al Curi metteva pensiero perchè si sapeva che il Grifo aveva un valore aggiunto contro il quale bisognava fare sempre i conti. Mi piacerebbe-conclude- poterlo recuperare".

Di sapere qualcosa tatticamente neanche se ne parla, bisogna interpretare. Fuori Bandinelli, Frick, Coccolo e Belmonte, azzardiamo. Dietro rientra Volta con Monaco. Del prete e Pajac confermati. In mezzo Bandinelli sostituito da Bianco. Davanti Falco con Cerri e DiCarmine. (Moreno Castellani)

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545