Skin ADV

Grifo, Leali si presenta: Non ho avuto dubbi, deciso in un attimo (FOTO)

 

QUESTE LE PAROLE DI NICOLA LEALI IN CONFERENZA STAMPA:

La trattativa è stata molta lunga, vengo con la voglia di fare bene e con la possibilità di rimanere a lungo, con l’obiettivo di aiutare subito una squadra che sta facendo bene. Ho visto le ultime due gare, penso che bisogna mentenere l’attenzione alta perche il campionato di B è molto particolare e può accadere di tutto. Nelle ultime gare il Perugia non ha subito gol, ha retto nelle difficoltà e ha giocato con molto equilibrio.

Io sto bene fisicamente e mentalmente, da quando c’è stato l’inizio della trattativa già sapevo che volevo venire qua perché Perugia è una piazza importante ed è stato facile accettare. Al direttore avevo detto di aspettare, ma in realtà ho deciso subito.

Pregi e difetti? Sarà anche il preparatore a dire dove migliorare, i difetti li tengo per me i pregi forse nel comunicare con la difesa. Tra i pali sono abbastanza tranquillo, non credo di fare cose fuori dal comune. Paragoni del passato con Buffon fuori luog, lui è Dio

Le mie esperienze all’estero? Con l’Olimpiacos abbiamo vinto il campionato, con lo Zolte ho avuto meno spazio

Conosco Volta con cui ho giocato a Cesena, poi Zanon con cui ho avuto una breve esperienza a Frosinone e anche Timothy Nocchi.

Tra i personaggi più importanti che ho avuto Roberto Clerici, che è scomparso da poco e mi ha portato a Brescia.

Per un portiere la qualità mentale è quella più importante, andare a cambiare ogni sei mesi squadra non è facile perché devi sempre ricostruire un rapporto con l’ambiente e il preparatore atletico.

Perché la Juve sapendo di essere chiuso? Perché La Juve è la società più importante d’Italia, uno la sceglie perché spera che facendo bene può rientrare. Poi la Juve prende i ragazzi giovani e quindi la scegli per questa ragione.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545