Skin ADV

Goretti: Cinque partite per capire chi siamo, Diamanti ha alzato il livello. La Pro? Ebbi mal di stomaco (FOTO)

 

 

QUESTE LE DICHIARAZIONI DI ROBERTO GORETTI IN CONFERENZA STAMPA:

Avrei preferito che martedì si giocasse, ma le condizioni erano proibitive e siamo in attesa di capire che la Lega ci comunichi la data del recupero, sperano sia il prima possibile perché quando uno non gioca e come se perde, essendo la classifica sempre un punto di riferimento. Sabato invece penso non ci saranno problemi, sarà una partita molto difficile.

Leggendo il nome Pro Vercelli mi viene il mal di stomaco che ebbi dopo la sconfitta dell’andata, da quando sono nato è stata la seconda peggiore sconfitta del Grifo al “Curi” dopo un Peeugia-Udinese 0-5: la dobbiamo tenere sempre a mente, dalle grandi sconfitte nascono i grandi momenti. La Pro è una buona squadra e ben allenata, unita al sintetico, la considero una partita molto difficile. 

Ad oggi non penso a niente, nel girone di andata abbiamo fatto zero punti, considerata Brescia. In 24 giorni cinque sconfitte, c’è stato l’esonero e poi abbiamo continuato a zoppicare.

Dall’inizio girone di ritorno abbiamo fatto 13 punti, come l’andata con una modalità diversa: all‘andata eravamo spumeggianti, ora siamo prudenti e speculativi. Credo che la nostra squadra sia forte, vincendo contro squadre importanti, ma abbiamo mostrato anche grandi debolezze: queste cinque partite ci diranno chi siamo.

Dobbiamo tutti capire chi è il Perugia in questo campionato, per fare di più bisogna trovare il Perugia ottimale, mantenendo la grande fase difensiva e migliorando questa propositiva: credo ci sia bisogno di in evoluzione. Arriveranno partite in cui ci lasceranno il pallino del gioco, bisogna migliorare senza perdere l’equilibrio, difendendosi da squadra e migliorando. In questa B bisogna evolversi continuamente. 

Diamanti sta bene fisicamente, non dobbiamo caricarlo di troppe responsabilità perche e otto mesi che non gioca. In questi giorni ci ha portato entusiasmo, un miglioramento tecnico è un esempio comportamentale: sicuramente  ha alzato il livello della nostra squadra.

A lui ha detto che non deve guardare al suo passato e a quello che è stato, ma al percorso che ha davanti.

Il Frosinone nei primi 40 minuti ci ha dominato, noi siamo stati bravi a rimanere in partita. Non sempre chi gioca bene il primo tempo vince, in questo siamo stati bravissimi. Però loro sabato erano stati molto bravi. I ragazzi che sono arrivati a gennaio si sono inseriti bene, penso abbiamo posto le basi per il futuro. 

Mazzantini? Andrea amplia lo staff tecnico della prima squadra, era un idea che avevamo da tempo. L’ho conosciuto ai tempi di Ancona e in quel periodo trasformò il portiere che c’era in rosa.

Quando Cerri si fece male a Cittadella non ho parlato per due giorni, per noi è un giocatore imprescindibile e la sua assenza per cinquanta giorni si è fatta sentire.

Magnani è un giocatore del Perugia, però diciamo che c’è un accordo per una possibile cessione alla Juve, un gentlement agreement.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545