Skin ADV

PAGELLE: DC20 non basta, Terrani buona gara. Centrocampo con poco filtro, difesa soffre. (FOTO CERQUIGLINI)

 

di Luigi Luccarini

LEALI 6

–Due uscite in presa alta nel primo tempo che frustrano le velleità offensive della Ternana. Un intervento importante su colpo di testa Montalto ad inizio ripresa. Forse un briciolo di responsabilità in occasione del 2-2 (esco, non esco?). Nel complesso però non sembra particolarmente colpevole per le tre reti al passivo.

VOLTA 5,5

Partita di sostanza e quasi impeccabile fino al momento in cui viene ammonito. Poi forse si innervosisce e perde sicurezze. A suo demerito, la mancata chiusura su Tremolada sull’azione del 2-1 e una strana pigrizia in occasione dei cross che spiovono in area ad inizio ripresa. E di quello che origina la seconda rete di Montalto.

DEL PRETE 5,5 –

Vale lo stesso discorso fatto per Volta. Partita difensiva che inizialmente sembrava impeccabile. Ed una bella uscita dall’area che apre l’azione dell’1-0 di Di Carmine. Poi iniziano le dolenti note: manca la sua copertura in occasione della rete di Tremolada e anche nelle altre due marcature della Ternana sembra troppo distante dalla traiettoria dei cross.

BELMONTE 5,5 –

Non si vede molto e sembra un po’ condizionato dalla rete concessa a Concas martedì. O forse perché dalla sua parte la Ternana attacca con continuità e uomini, e Terrani, che lo assiste su quella fascia, non è proprio un portento in fase difensiva. Da un giocatore della sua esperienza si attende maggior personalità. Esce per infortunio.
(65° DELLAFIORE 5 – Avrebbe dovuto offrire qualcosa in più nel gioco aereo. Si lascia uccellare da Montalto, come tutti i compagni di reparto)

MUSTACCHIO 5,5 – Al solito, non sempre lucidissimo. Come accade da qualche settimana, in apparente debito d’ossigeno. Cerca di compensare queste lacune con un diligente apporto in fase difensiva. Non basta per la sufficienza.


GUSTAFSSON 5 – Lo svedese ha perso brillantezza e con quella molti palloni e senso delle geometrie. Quasi imperdonabile una mancata assistenza a Di Carmine che poteva mettere fine alla partita con un tempo d’anticipo. Si perde poi Montalto in occasione del 2-2 e questo è davvero imperdonabile.

BIANCO 5,5 – In apparenza sembra svagato e disordinato rispetto ai suoi standard abituali. Anche se tante volte è costretto ad inseguire l’uomo altrui e portare il pressing quasi da solo in mezzo al campo. Perde qualche pallone di troppo in fase di disimpegno.


BUONAIUTO 5,5 – Poco incisivo in fase di attacco, non molto presente in fase difensiva. Nel complesso sembra faticare a trovare la giusta posizione in campo ed incide complessivamente poco.


TERRANI 6,5 – Sembra un po’ a disagio in fase di avvio e soffrire a contenere la corsa di Defendi. Poi è l’avversario a perderlo di vista e lui ne approfitta per costruirsi due occasioni da rete e servire una deliziosa assistenza a Di Carmine per la rete dell’1-0. Esce ad inizio ripresa perché sono aumentate le sue difficoltà in fase difensiva.
(55° PAJAC 5,5 – Non può essere al meglio dopo l’infortunio. E non lo è. Si limita a svolgere un compito più ordinato in fase difensiva rispetto a Terrani. Ma non è in grado di sostituirlo nell’altra fase.)

CERRI 6 – Marcatissimo, ormai deve abituarsi ad un lavoro più che altro sporco. E lui che è un esteta del calcio ne soffre un po’. Riesce comunque a fornire a Di Carmine la palla per il 2-0, involontariamente, e quella del possibile 3-2, questa volta in modo voluto.
(60° DIAMANTI 5,5 – entra con una verve inferiore al consueto e gioca in modo abbastanza trattenuto. In altri termini, combina poco o nulla. E da lui ci si attende sempre qualcosa in più).

DI CARMINE 7 – Ora bisogna chiamarlo DC20. Sembra l’Inzaghi della serie B. Gioca sempre sul filo dell’off-side e sfrutta al meglio la lentezza di Valiant. Tra l’altro sotto porta non sbaglia quasi mai. Sfiora anche il 3-2 che gli viene negato da un’uscita a valanga del portiere avversario. Sarebbe stata per lui la meritata apoteosi. E invece alla fine gli ruba la scena il suo dirimpettaio Montalto.

BREDA 5,5 – Sceglie un assetto di gioco coraggioso che ad un certo punto sembra dargli ragione. Poi le difficoltà sulla fascia sinistra difensiva si acuiscono e cerca di correre ai ripari, sottraendo alla partita uno dei suoi protagonisti fino a quel momento migliori, Terrani. E’ tardi però e l’inerzia della partita è già cambiata. A sua scusante, il fatto che molti suoi calciatori sembrano in debito di fiato e lucidità. Ma è una scusante che vale fino ad un certo punto.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545