Skin ADV

VOLLEY, Bernardi: Secondo voi il Liverpool non ha niente da perdere? Ecco come si gestisce la pressione (FOTO)

 

Ma secondo voi il Liverpool non ha niente da perdere giocando la finale? Secondo me chi arriva in finale ha comunque da perdere, indipendentemente dai favoriti.

Esordisce così Lorenzo Bernardi, tecnico della Sir Safety Conad nella conferenza stampa di presentazione di gara 5, quella decisiva: “ La Lube ha da perdere quanto noi e forse piu di noi, questa è una gara decisiva e lo è per tutti perche è l'ultima partita. Inoltre la Lube  partendo favorita ha qualcosa da perdere più di noi, quello che dice Juantorena non mi interessa.”

Poi Bernardi parla della partita, anche sul piano personale: “Sicuramente è la partita più importante, sara la piu emozionante, la piu bella e prestigiosa che in un contesto particolare ed in una città che ha tantissime aspettative: sono orgoglioso di quello che abbiamo fatto con i ragazzi perche abbiamo portato questa squadra, senza presunzione, dove ad agosto nessuno pensava potesse arrivare .A Perugia c'erè  il problema di rompere il ghiaccio e vincere qualcosa: ai giocatori ho detto di dare il massimo, senza esasperare, gestendo la pressione affrontandola nella maniera giusta. Noi abbiamo lavorato per arrivare a giocare certe partite, come quando a me è capitato quando ho schiacciato l'ultima palla nel mondiale del 1990. Loro devono anche divertirsi, perche questo resta un gioco e se vedo che i miei giocatori si divertono sono la persona piu felice del mondo”.

Bernardi racconta le emozioni di vivere certe partite: “Anche io, dopo aver vinto dopo tutto quello che ho vinto, ho sempre qualcosa nello stomaco e il sudore tra le mani. Se non ce l'hai significa che non sei pronto per queste cose qui. Sarei preoccupato del contrario.

Quindi uno sguardo ai temi della partita: “Loro ci hanno messo sicuramente in difficolta in ricezione, come siamo riusciti a farlo noi a Perugia. Sicuramente la differenza di prestazioni da Perugia a Civitanova è da ricondurre ad una questione mentale, ed è li che noi dobbiamo arrivare a migliorare .Dobbiamo sfruttare anche il nostro pubblico, che è in grado di portarci 2-3 punti in piu a set. Tra squadra e tifoseria c'è un legame incredibile, loro amano i ragazzi ed i ragazzi amano loro. Pero non è sufficiente per battere Civitanova, servono anche altre componenti.

Quindi il suo contratto: "Questo non è importante, alla vigilia di questa partita credo che nessuno sia interessato dove sarà l'anno prossimo".

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545