PAGELLE: Di Carmine fa 22, ecco i voti alla prima di Nesta (FOTO)
Skin ADV

PAGELLE: Di Carmine fa 22, ecco i voti alla prima di Nesta (FOTO)

di Luigi Luccarini

LEALI 5,5
Partita così così. Qualche buon intervento in opposizione ed una costante apprensione sui cross. Qualche errore dettato da un eccesso di frenesia ed una rete, quella dell’1-1 che avrebbe potuto in qualche modo evitare.
VOLTA 5,5
Per mezz’ora è il migliore della difesa, poi un suo mancato intervento su un cross ben tagliato, ma leggibile di Pasqual origina il pareggio dell’Empoli. Da quel momento prestazione in calando.
BELMONTE 6
Fa quello che può, in un reparto che soffre e che non sembra in grado di registrare, lui che pure occupa la posizione centrale del pacchetto difensivo. Mezzo voto in più per una tempestiva chiusura su Donnarumma con cui gli impedisce una battuta a porta vuota da due passi.
MAGNANI 5,5
Il ragazzo è dotato, ha doti di sicuro livello, fisiche e tecniche. Nelle ultime settimane ha però tradito più di un impaccio nel dimostrarle. Spesso perde il mismatch con il suo diretto avversario, anche se non è dalla sua zona che arrivano errori decisivi.
ZANON 6
Parte benino, dando inizio all’azione che porta all’1-0 di Di Carmine. Poi si perde, offrendo poco in fase di spinta e ancora meno in quella difensiva. Si perde spesso anche Pasqual che diventa uno dei protagonisti della partita dell’Empoli.
79° TERRANI SV
Troppo poco in campo per riuscire ad incidere. Contribuisce però al discreto finale della sua squadra, aiutandola ad allungarsi anche sulla fascia destra
BIANCO 5,5
Offre poco in fase di costruzione e si dedica più che altro ad un lavoro di copertura certamente non facile, tenuto conto della tecnica e velocità dei centrocampisti dell’Empoli. E la sua gamba non è al momento quella dei giorni migliori.
83° GUSTAFSON

Anche per lui uno spezzone di gara troppo breve per consentire una valutazione del suo momento di forma
COLOMBATTO 6
A differenza di Bianco riesce a giocare più palloni, ma non sempre nel modo ideale per i suoi compagni. Si applica anche in rincorse e contrasti, non sempre con la giusta efficacia. E’ però un lottatore e nel finale offre un prezioso contributo di spinta, tentando anche la conclusione vincente, senza fortuna.
BUONAIUTO 6
Quello della mezz’ala sembra un ruolo che fatica davvero a digerire. Palla al piede dà a volte l’impressione di poter diventare irresistibile, ma poi finisce per incartarsi. Tende anche a sparire per larghi tratti dalla partita. Si vede dalle parti di Terracciano con un colpo di testa che impegna il portiere di casa, ma non più di tanto. Troppo poco per meritare la sufficienza
PAJAC 6,5
Anche se continua ad essere eccepibile nella fase difensiva, è il calciatore dal cui piede partono le iniziative più pericolose che non siano da ascrivere ai due attaccanti. Cerca anche la via della rete con due conclusioni potenti ma imprecise. E’ soprattutto il calciatore che più si fa trovare libero da marcature nelle ripartenze della sua squadra.
CERRI 6
Non è tornato il giocatore super visto fino ad un mese fa, ma la sua intesa con Di Carmine continua ad essere perfetta. Soffre la timidezza di altri suoi compagni nel proporsi in fase offensiva senza palla. Peccato, perché i suoi assist sono quasi sempre ben dosati.
DI CARMINE 7
Da solo mette in crisi la difesa dell’Empoli. Un goal, da rapinatore d’area. Un altro sfiorato, con una conclusione in girata che trova una superba risposta di Terracciano e palla sul palo. Un marziano anche per le energie che disperde per 90 minuti e che sembrano non venir mai meno.
NESTA 6
Voto di stima, è probabile che debba ancora rendersi conto su chi possa effettivamente contare per la gara decisiva di Venezia. Della partita più che il risultato, interessavano eventuali segnali di risveglio dalla sua squadra. Che invece per il momento ha finito per confermare pregi e difetti e soprattutto le contraddizioni di un intera stagione. In bocca al lupo.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545