Skin ADV

Perugia, dopo Goretti si guarda subito avanti (FOTO CERQUIGLINI)

 

 

L'addio sembrava questa volta possibile ed invece Roberto Goretti sarà il il direttore sportivo del Perugia anche nelle prossime due stagioni. Alcune ore di confronto nella sede del Grifo per mettere sul piatto alcune questioni sulle quali Santopadre e Goretti hanno evidentemente trovato una convergenza.

Dal punto di vista degli investimenti la politica del Perugia non cambierà, anche perchè la società ha sempre cercato ogni anno di fare sempre qualcosa in più, grazie anche ad una buona gestione delle finanze ed affari che hanno generato dei  tesoretti da utilizzare sul mercato

Rispetto a due stagioni, quando alla guida c'era Cristian Bucchi fa il grifo ha permesso di aumentare il budget a disposizione del campionato di circa  1,5-2 milioni e quest'anno probabilmente aumenterà ancora

Il Perugia non ha mai avuto problemi ad ottenere i fatidici 50 punti, ha addirittura centrato i play off anche se le successive eliminazioni hanno generato diverse polemiche, salvo quella contro il Pescara quando la squadra di Camplone uscì dallo stadio applaudita per dieci minuti

Santopadre parlerà del nuovo progetto tecnico lunedì sera a UmbriaTv. Probabile pero che rispetto al passato la società dovra lavorare piu sulla continuità tecnica tanto invocata dai tifosi, troppi i quattro allenatori cambiati in quattro anni, che sono diventati sette con gli esoneri di Giunti e Breda. Emblematico il caso di Cristian Bucchi, arrivato a Perugia da outsider affermatosi tra i migliori tecnici della scorsa stagione, ma che la societa non è poi riuscita a trattenere.

Anche il discorso giocatori merita una riflessione: quest'anno il Perugia sarà capace di resistere alle tante richieste che arriveranno per i giocatori migliori? Anche perchè a rischio c'è anche il futuro della vecchia guardia (i vari Del Prete, Volta, Belmonte, Di Carmine che stasera sarà a Magione ospite dei tifosi Anonimi Perugini ), atleti che in ogni caso (e fuori da ogni polemica) hanno comunque garantito un rendimento costante e che ogni anno si sono ritrovati a ricominciare sempre con nuovi allenatori e nuovi “progetti”.

Il Perugia punterà ancora su Alessandro Nesta, di cui si è visto qualcosa nella prima mezz'ora di Venezia. Nesta ha poca esperienza, ma secondo i  ben informati sia dotato di grande personalita per calarsi in una piazza come Perugia e confrontarsi anche con un presidente molto “presente” e a volte eccessivamente “esigente” come Santopadre. Il Perugia ha il piccolo vantaggio di averlo visto lavorare per tre settimane e crede sia la figura migliore su cui puntare. Nesta è a Miami, quando ritornerà le due parti torneranno a incontrarsi.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545