Skin ADV

Di Carmine, la settimana della verità. Le operazioni correlate (FOTO CERQUIGLINI)

Samuel Di Carmine si allenava a parte per i piccoli acciacchi che si porta dietro oramai dalla scordsa stagione, quando ha stretto sempre i denti pur di giocare e rendersi utile alla causa del Perugia

Nessun retroscena sulla seduta di domenica  che l'attaccante ha svolto in solitudine rispetto al resto del gruppo. Anche lui salirà sul pulmann che condurrà i grifoni nella prima sede del ritiro pre season che si svolgerà a Sarnano. Questa sarà la settimana decisiva per il suo futuro  a poco piu di un mese dalla fine del mercato: da una parte c'è la proposta di rinnovo contrattuale del Perugia che per il momento non ha ricevuto risposta (un silennzio non consenso a quanto pare), dall'altra alcuni club di B che per Di Carmine hanno presentato a Santopadre un'offerta che il Perugia sta valutando

C'è un aspetto determinante in questa questione e sono i tempi, che mai come quest'anno e non solo per la scadenza anticipata del 18 agosto impongono capacità decisionale, soprattutto del Perugia.
Perche intorno alla cessione del bomber potrebbe muoversi altro, anche se l'affare Magnani e la gestione complessiva del club da parte di Santopadre dal punto di vista delle finanze mette Goretti al riparo da qualsiasi problematica consentendo al Grifo di potersi permettere anche di trattenere il bomber con il rischio di perderlo a zero fra un anno

La questione è piu di forma che di sostanza: Di Carmine aveva piu volte espresso il desiderio di andare in Serie A, ma  nessuna trattativa è decollata, tranne che con Brescia, Palermo e soprattutto Verona, che al momento resta in pole position anche per l'insistenza di Fabio Grosso che vorrebbe DC10 al centro del''attacco. Attenzione però,  perche anche il Benevento sarebbe tornato alla carica con lo stesso Christian Bucchi che con Di Carmine ha feeling e un contatto diretto.

Anche Santopadre aveva dichiarato che il bomber sarebbe stato ceduto solo in Serie A, ma senza  rinnovo ogni soluzione è  valutata con attenzione ed è chiaro che se l'accordo sul prolungamento non si trova l'ipotesi cessione in B è contemplabile.

Ma quanto offre il Perugia a Di Carmine?  Sgombriamo il campo da ogni equivoco anche per correttezza nei confronti delle due parti. Mettiamo il caso che il Perugia ( e non lo sappiamo) abbia fatto la migliore offerta per le possibilità del club,  non sarà mai quanto mettono sul piatto i club che si stanno contendendo Di Carmine, soprattutto il Verona.  Cifre che ovviamente sono tenute in considerazione da Samuel che è molto legato al Perugia, ma è ben consapevole dell'importanza di questa opportunità anche in considerazione dell'eta, calcisticamente non piu giovanissima. 

Altro aspetto: quanto chiede Santopadre per il cartellino del ragazzo? E' chiaro che il Perugia deve tenere conto della condizione “ a scadenza” , ma dalla società fanno intendere che non c'è nessuna intenzione di svendere proprio per quella condizione di serenità di cui parlavamo sopra.

Alla fine (nostra sensazione)  Di Carmine sarà probabilmente ceduto e basterà attendere solo il “primo passo”.

Chi arriverà al posto di Di Carmine?  Goretti ha messo le mani sul talentuoso Luca Vido dell'Atalanta ( ultime due stagioni a Cittadella): con il club orobico i rapporti sono ottimi e il ragazzo  è convinto che Perugia rappresenti la migliore opportunita per crescere e nella recente sfida under 21 ha gia trovato confidenza con le porte del “Curi”. Le operazioni Vido-Di Carmine sono correlate, se salta Vido ( e questa settimana sarà fondamentale) Di Carmine poi ipotizzare la partenza di DC10 . Anche se Goretti vuole l'atalantino e alla fine Vido potrebbe arrivare lo stesso.

Il Perugia sta rifondando il gruppo base: al momento il reparto piu scoperto è la difesa, anche perche su Del Prete, Belmonte, Zanon non ci sono ripensamenti e non saranno piu parte della rosa anche qualora dovessero nascere dei problemi per completarla: il Perugia sa perfettamente che questa finestra non basterà per “finire” il lavoro di rifondazione tecnica. In difesa mancano ancora tre elementi (due terzini  che probabilmente arriveranno dall'estero e un centrale), a centrocampo si aspetta Bandinelli su cui si sta lavorando da tempo. Arriverà anche un altro giocatore per completare numericamente il reparto.

Intanto tra gli arrivi "secondari" si sta per chiudere per il giovane portiere (1999) Mirko Bizzi, proveniente dal Cagliari e l'ultima stagione al Varese. Le sue recensioni sono ottime: reattivissimo tra i pali, coraggioso nelle uscite e bravissimo nel far ripartire velocemente l'azione. 

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545