DC10 è già il passato, ecco come sarà il Perugia di Nesta (FOTO CERQUIGLINI)
Skin ADV

DC10 è già il passato, ecco come sarà il Perugia di Nesta (FOTO CERQUIGLINI)

 

Domani Samuel Di Carmine dovrebbe raggiungere Verona per le visite mediche. E' bastato poco più di un giorno, dalle dichiarazioni di ieri pomeriggio del presidente Santopadre,per accelerare definitivamente una cessione che era nell'aria da tempo, dal termine della stagione.

Di Carmine però non andrà in Serie A come tutti si aspettavano e come i diretti interessati avevano fatto intendere: al di la di qualche rumors (Cagliari e Udinese) nulla si è concretizzato. In Serie B hanno invece fatto sul serio Brescia, Palermo, Benevento, soprattutto quest'ultima con Cristian Bucchi,  ma adesso i giochi sono fatti 

E' un osso duro Santopadre: lo sa benissimo Samuel che sperava di raggiungere un accordo con il Grifo e vedersi riconosciuto con  un sensibile adeguamento  quanto dimostrato in questi anni: Santopadre però oltre la soglia limite prevista per i giocatori non vuole andare, i bilanci e i tetti sugli ingaggi non sono assolutamente "sforabili" e questa estate calda ha rafforzato l'idea di fair play finanziario che il presidente predica da tempo. Per lui la società era comunque disposta a fare un "extra", ma non è bastato.

Al Perugia andrà una cifra vicina ai 2,5 milioni di euro (prestito con obbligo di riscatto):   una bella somma non c'è che dire per un giocatore in scadenza che al cospetto di offerte nettamente superiori non avrebbe rinnovato.  C'è da capirlo Samuel: in tutta la vita ha lottato e sudato per imporsi a certi livelli ed ora che la "consacrazione" è arrivata spera di raccogliere il meglio ben sapendo che certi treni, a trent'anni, difficilmente passeranno di nuovo. Non c'è da scandalizzarsi quindi, ne da portare rancore: il Perugia incassa una bella cifra, Di Carmine giocherà in una grande piazza e con un contratto da Serie A.

Chiusa la questione DI Carmine il Perugia passa al contrattacco per riempire le caselle mancanti: davanti arriverà Luca Vido (trattativa in dirittura di arrivo), poi servirà intervenire per trovare almeno un paio di alternative (profili alla Floro Flores, giocatori in grado di alzare il livello tecnico anche se non piu giovanissimi). Non viene invece confermato l'interesse per Matteo Ardemagni

La prossima settimana Goretti incontrerà il Milan per Gian Filippo Felicioli: l'ex terzino di Verona e Ascoli sarebbe un ottimo innesto per coprire un ruolo che negli ultimi anni è stato occupato da giovani come Crescenzi, Spinazzola, Di Chiara e Pajac consacratisi nella piazza biancorossa. 

Quindi la difesa, con altre operazioni in entrata ed alcune in uscita da portare a termine. L'unico  giocatore su cui la società starebbe riflettendo è Salvatore Monaco, che tornato dall'esperienza di Salerno pare stia piacendo ed anche parecchio ad Alessandro Nesta. Il ragazzo se ne andò con qualche critica, ma ha una voglia di riscatto mostruosa e la stima dello staff tecnico e della società lo stanno caricando a mille. Piu avanti il Perugia dovrebbe chiudere anche per Filippo Bandinelli. Quindi entreremo nel mese di agosto, dove il mercato sarà dirottato verso l'autunno e cadranno altre foglie . Forse ci  sarà spazio per qualche occasione con quella serenità generata da un mercato "oculato" e arricchito da due ricche plusvalenze, quella di Magnani e Di Carmine.

 

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545