Skin ADV

Di Carmine a Grifotube: Con tifosi rapporto speciale, sarò sempre grato. Budget Grifo inferiore, ma...(FOTO CERQUIGLINI)

 

 

 

 

 

A margine della sua presentazione a Verona Samuel Di Carmine (nella foto Loris Cerquiglini) ha parlato con Grifotube anche della sua esperienza perugina.

Le ultime cose le sto portando via in questi giorni, con la famiglia che sta facendo la spola tra Perugia e Firenze perche ancora sto cercando un appartamento. Ma Verona è molto bella, somiglia  a Firenze“. 

A parlare è Samuel Di Carmine, a pochi giorni dal suo trasferiemento dal Perugia all'Hellas Verona a Grifotube e UmbriaTv.

“Sono molto soddisfatto della scelta che ho fatto - attacca Samuel - la squadra è molto forte e ci sono tutte le condizioni affinche io possa ripetermi. Mister Grosso mi ha voluto fortemente e anche il direttore D'Amico, con la società che ha fatto uno sforzo economico importante che voglio ripagare sul campo. A Verona si sono create condizioni importanti, è una piazza da Serie A ed è l'unica per la quale avrei lasciato Perugia”.

Perugia appunto, una città e una società che lo hanno consacrato a certi livelli.

” Ho lasciato  dopo aver trascorso due anni bellissimi che mi hanno fatto tornare ad essere quello che volevo: sono arrivato come un jolly d'attacco e ho sudato le proverbiali sette camicie per dimostrare a tutti che sono e volevo fare il centravanti. Soprattutto durante il primo anno, quando poi ho deciso di andare a Chiavari”. 

Poi per fortuna è arrivata la svolta con Bucchi e Samuel è diventato DC10: “Ricordo ancora la sua chiamata estiva ed il discorso che mi fece nel riscaldamento di Frosinone dove in pochi si aspettavano che giocassi. Prendendomi da una parte dentro il campo mi disse che ero il più forte e quelle parole mi diedero una carica e una fiducia pazzesche, che per un centravanti sono tutto”.

Di momenti ce ne sono tanti, di gol a raffica, tanto da entrare nella storia del Grifo: “Il più importante sicuramente quello al “Matusa” perché quella è sempre una gara a cui i tifosi tengono molto, il più bello al “Picco” contro lo Spezia “- aggiunge.

Gol che lo hanno fatto entrare nel cuore dei tifosi, che lo hanno eletto  beniamino:  “Con loro ho avuto un rapporto speciale, la mia vittoria più grande. Anche in questi giorni nonostante  decisione dell'addio, ho ricevuto dei messaggi personali e dei commenti sui social che ho letto uno ad uno con grande orgoglio e che penso mi abbiano aperto una piccola linea di credito verso i miei nuovi tifosi. La cosa più importante oltre all’impegno che ho sempre messo in campo è aver lasciato un buon ricordo come persona”.

 Di Carmine aggiunge che anche a Gennaio era stato vicino all’addio e anche in quell’occasione i tifosi del Grifo si comportarono benissimo: “ Allora fui ad un passo dal  Palermo. Loro però non sapevano che avevo deciso di rimanere e di lottare insieme.  Ora pero è diverso: con la famiglia abbiamo deciso ragionando  sul fatto  che certi treni passano una sola volta , perche ho trent'anni e la mia carriera è arrivata  ad una svolta. Sono riconoscente verso tutti, nei confronti dei tifosi  che mi hanno sempre aiutato  “.

 Ma come sarà il nuovo Perugia?  “Credo che quest anno la squadra punterà molto sul collettivo e sono certo che disputerà un campionato di livello. Ho letto della possibile partenza  di Buonaiuto, un giocatore che può crescere ancora molto . E delle partenze di Belmonte e Del Prete, due ragazzi che a dispetto delle critiche sono fondamentali dentro lo spogliatoio, persone che sanno aiutare i compagni nei momenti di difficoltà. Nesta? Con lui mi sono trovato benissimo, ha eccellenti idee di calcio e sono convinto che abbia tutte le carte in regola per diventare un allenatore molto importante. Ho sentito le parole che ha detto su di me e lo ringrazio. Il Perugia non può avere il budget di altri club, ma con le sue potenzialità  ha sempre costruito squadre ottime che se la sono giocata. Per il grande salto non è bastato, ma la piazza ed i tifosi si meritano la massima serie”..

Quella massima serie a cui ora Samuel darà la caccia con la maglia gialloblù, passando anche per il “Curi”: “La prima cosa che farò quando uscirà il calendario sarà vedere quando tornerò da avversario. Sarà una giornata emozionante”.

In bocca al lupo DC10.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545