Skin ADV

Mercato: una sessione record, bilancio positivo. Ecco chi arriverà (FOTO CERQUIGLINI)

Dodici tredici giocatori acquistati, altri quattro forse cinque in arrivo, l'ufficialita attesa per Cremonesi e Kingsley, un portiere nuovo di zecca come Gabriel con le firme attese per dopo domani, salvo imprevisti da mettere sempre in conto, in trattativa anche Frattesi (incontro domani)

Piu le cessioni, eccezion fatta per Leali (accordi con la Juve) , Mustacchio (entrato tra gli applausi dei pochi tifosi presenti in Curva Nord nell'ultima amichevole contro la Spal e trattenuto per questioni tattiche, cioè il cambio modulo), Kouan capitan Bianco e Terrani (che però sarà probabilmente ceduto)

Insomma un calciomercato record in termini numerici quello del Perugia, come due big della categoria come Benevento e Verona retrocesse con il famigerato paracadute e con potenzialità assolutamente fuori portata rispetto al club biancorosso.

In questi giorni si è parlato anche in toni  rispetto ai “tempi” del mercato biancorosso che avrebbero messo in difficoltà l'assemblamento della squadra. La società voleva la rifondazione a tutti i costi anche per “recepire” le istanze di una tifoseria delusa non tanto dai risultati ma da tutto ciòche si era generato intorno alla squadra.Cambiare un organico da cima a fondo non è però stato un gioco da ragazzi, cedere alla migliore offerente e acquistare al miglior prezzo richiede abilità e anche fortuna.

Abilità che i dirigenti biancorossi hanno messo in campo per monetizzare al massimo le cessioni e per acquistare il meglio di quello che proponeva il mercato: attendendo il momento giusto per chiudere affari come Moscati, Ngawa e Falasco, facendo leva sulla volontà dei giocatori in alcuni casi e sulle proposte da mettere in campo per convincere altri ad accettare il trasferimento.

Non è stato un compito facile, soprattutto in questa sessione di mercato dove per la prima volta i dirigenti biancorossi hanno dovuto lavorare sodo per ristabilire un' immagine dell'ambiente minata da una stagione con tante polemiche : insomma Perugia non è piu considerata quell'isola felice che era qualche tempo fa. Inoltre hanno pesato tantissimo le questioni relative ad iscrizioni e ripescaggi, che creano si opportunità di acquisizione a svincolo generando però incertezza sui tempi.

Per questo forse, e qui entra in campo anche l'aspetto fortuna, alcuni affari sono saltati quando era stato fatto tutto per concretizzarli. Prendete la vicenda Iemmello: il giocatore era in uscita, ha bisogno di rilanciarsi ed e reduce da un infortunio. Perugia era la soluzione perfetta, anche visti i numeri degli attaccanti che sono passati ultimamente da queste parti. Il problema grosso era lo stipendio, assolutamente fuori portata: ma il Benevento vuole Buonaiuto e il Perugia trova la soluzione per avere alle sue dipendenze uno degli attaccanti potenzialmente piu forti della cadetteria: l'affare è in conclusione, Iemmello in Umbria e Buonaiuto in Campania a “parziale” contropartita per chiudere la “forbice”.

Improvvisamente però arriva il Foggia, che fino a un mese fa sembrava spacciato e con un piede nella fossa anche con quindici punti sul groppone. La pena viene ridotta e a Foggia sale l'entusiasmo e trovano la strada , anche economica, per riportare a casa l'attaccante che in Puglia ha solo dolci ricordi. Prestito oneroso, stipendio intatto e il diritto di riscatto a cinque milioni. Il giocatore, a parità di ingaggio sceglie Foggia.

Altri due esempi, quelli di Bandinelli e De Vjs, su cui Goretti era al lavoro da mesi. I soldi che arrivano dall'Inghilterra sponda Hull City per il difensore e da Benevento per il centrocampista chiudono ogni possibilità. Vale la pena ricordare come a Sassuolo abbiano avuto la meglio per prendere l'esterno Brignola, gioiellino del presidente Vigorito conteso da mezza Serie A, addirittura anticipando l'Atalanta, uno dei migliori club di A per risultati e programmi.

Nonostante questi affari sfumati per causa di forza maggiore il Perugia ha fatto ampiamente la sua parte: ha preso Mazzocchi e Felicioli, che per la B vanno alla grandissima, ha trattenuto Mustacchio riportando Moscati, ha preso Ngawa e Cremonesi, ha rimpiazzato Di Carmine e Cerri con un giovane di grande prospettiva come Vido e un giocatore di categoria come Melchiorri, sfiorando il colpaccio Iemmello, che sarebbe stata la “ciliegina sulla torta”. E non è finita: perche oltre a Kingsley, Cremonesi e Gabriel chiuderà per un altro difensore centrale e una mezzala e forse chissà una punta: tutto dipenderà se arriverà una grande offerta per Buonaiuto e se per il suo sostituto, un attaccante, si creeranno le stesse condizioni di valore tecnico ed economico che erano state imbastite per Iemmello. L'ultima indiscrezione parla di un ritorno del coreano Han (LEGGI ARTICOLO http://www.umbriatv.com/news/5459-clamorosa-indiscrezione-grifo-ri-tratta-ritorno-han-foto-cerquiglini.html). 

Senza contare che Belmonte, Del Prete e anche Monaco sono ormai fuori dal progetto tecnico: saranno ceduti  o messi fuori lista ,con l'ultima possibilità della rescissione.

Chiaro che dopo tutti questi cambiamenti che secondo la nostra previsione avrebbero richiesto almeno due sessioni di mercato (anche quello di gennaio) dovranno essere “digeriti” e assimilati dallo staff tecnico, a cui quest'anno spetta un lavoro molto piu impegnativo rispetto al passato. Era il prezzo da pagare per resettare, ripartire e ri-generare l'entusiasmo venuto a mancare anche in maniera fisiologica

Il ciclo iniziato nell'anno di Bisoli è finito. Ne è iniziato un altro.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545