Skin ADV

Taddei, Arechi ricordo triste. L'amato fratello scomparso dopo match

L'ultima volta che calcò il prato dell'Arechi fu in un Salernitana-Siena del giungo del 2003, giorno che decretò la storica promozione in Serie A dei toscani.

Ma la grande gioia per la vittoria del campionato si trasformò in una grande tragedia per Rodrigo Taddei, che la mattina successiva fu coinvolto in un grave incidente stradale in cui perse la vita l'amato fratello Leonardo.
L'incidente- ricorda il sito solosalerno.it- avvenne a causa del cedimento di un pneumatico sull'autostrada del Sole all'altezza di Piacenza e coinvolse anche altri tre ex calciatori del Siena, tra cui l'ex attaccante Pinga.

I giocatori erano diretti a Malpensa e l'auto su cui viaggiavano, una Scenic, fu costretta al cambio di una gomma che sostituita con un ruotino di scorta che causò l'incidente, con l'auto che si schiantò sul guard rail
Tutti riuscirono a salvarsi tranne Leonardo, il cui decesso avvenne sul colpo mentre Rodrigo fu ricoverato in riserva di prognosi all'ospedale di Piacenza

Da quel giorno Rodrigo Taddei ricorda il fratello scomparso mimando il battito del cuore sotto la maglietta ad ogni rete realizzata.
Una rete che a Taddei manca da oltre dieci mesi (Bologna-Perugia gennaio 2015), un'eternità per un centrocampista come lui abituato a sentire e colpire la porta

Taddei ha reagito alla sorte da grande campione, dimostrandosi piu forte che mai e riportando idealmente alla vita l'amato congiunto ad ogni marcatura nella straordinaria carriera giallorossa, che lo ha elevato a idolo della Curva Sud.
Quella forza che gli sta permettendo di uscire anche dalla crisi perugina, tra infortuni vari ed equivoci di vario genere, tra cui una paventata cessione.
Martedi contro il Cagliari ha dimostrato che la sua presenza è ancora importante per il gruppo e domani a Salerno potrebbe giocare ancora e tornare di nuovo protagonista.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545