Skin ADV

PUNTO: Gol subiti, analisi a 360 gradi. Nesta bravissimo a capire come intervenire. Moscati...(FOTO CERQUIGLINI)

 

 

 

Per fortuna sono arrivate tre vittorie a scacciare i primi fisiologici malesseri dell'ambiente. Nove punti in tre partite che hanno rimesso a posto la classifica e dato forza al lavoro di Alessandro Nesta.

Franco Vannini però ha utilizzato parole saggie durante la sua partecipazione a Fuori Campo di UmbriaTV, facendo eco a quelle del tecnico Nesta che se dopo Livorno aveva usato un po' di bastone dopo la vittoria contro il Crotone ha dato ai suoi la vitamina C.

Il suo Perugia lotta su ogni pallone e fino ad oggi ha rispettato fedelmente quello che i tifosi vogliono dalla squadra. In questo senso giocatori come Dragomir e Kingsley sono lo specchio di questo atteggiamento, la loro condizione fisica è invidiabile e complimenti vanno girati anche a Goretti che è riuscito a scovarli e a metterli a disposizione di Nesta: due mesi fa erano perfetti sconosciuti

La loro esplosione ha parzialmente eclissato il ritorno di Moscati, caricato di aspettative eccessive: ed infatti dopo i primi risultati negativi sono arrivate addosso a Marco le critiche piu impietose che hanno cavalcato l'errore dal dischetto commesso contro il Carpi. A nostro avviso il Moscati tornato a Perugia è un giocatore migliorato rispetto a quello di quattro anni fa, soprattutto tecncicamente.

Forse ha perso qualche tempo di gioco avendo militato in squadre piu conservative che offensive, ma come ha sostenuto Vannini sarà un valore aggiunto quando i giovani subiranno inevitabilmente una flessione dal punto di vista fisico. Inoltre Moscati è un diesel e lo sappiamo benissimo.

Il Perugia subisce ancora troppi gol: alcune reti sono state causate da errori individuali ( Gabriel a Salerno. El Yamiq contro il Padova, Falasco e ancora Gabriel a Livorno, Gyomber contro il Crotone) segno evidente che c'è ancora molto da lavorare anche se questo, a nostro avviso, è il prezzo da pagare delle squadre che puntano molto sulla fase offensiva e che faticano ad concentrarsi (concentrarsi non organizzarsi) quando il possesso è dell'avversario.

Nesta aveva anticipato l'argomento nella conferenza pre Crotone ed ha stupito tutti quando sul 2-1 ha sottratto dal campo una punta per gettare nella mischia un difensore, adeguandosi alla partita e dimostrando di non essere integralista: ergo si puo anche calciare il pallone in tribuna e dare un segnale alla squadra che il vento della partita non soffia piu alle spalle.

In ogni caso anche nelle difficoltà il Perugia è rimasto sempre sul pezzo, a volte soffrendo come è giusto che sia, ma senza squagliarsi come successo l'anno scorso a quello di Giunti

Nesta è stato criticato anche dal punto di vista mediatico, ma da inizio stagione è stato sempre coerente nelle dichiarazioni. Ha sempre detto cio che pensava, la differenza è che adesso ha iniziato a conoscere la squadra e il valore tecnico dei giocatori. Sta facendo davvero un ottimo lavoro.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545